GallinaSiciliana
Per scrivere è necessaria la registrazione, che ti permetterà di accedere in automatico al forum

Lo Staff Gallina Siciliana

inbreeding e consanguineità

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

inbreeding e consanguineità

Messaggio Da apollo12 il Sab 29 Dic 2012, 12:45

Leggendo in giro mi sono accorto di molte inesattezze sulle procedure di selezione e molti miti da sfatare .

Mi sono documentato affondo sulla questione è raccolto ,oltre quella che avevo ,una mole di documenti che parlano di questa procedura di selezione .

Cominciamo col dire che la parola significa INICROCIO e cioè non incrociare con polli del vicino ,ma mantenere in consanguineità il proprio ceppo .
Molti pensano che la consanguineità sia un problema ma invece non è cosi .
Negli ultimi decenni la genetica ha fatto passi da gigante e da quando si sono scoperti i geni si è capito che la comparsa dei caratteri indesiderati addirittura è un pregio per la selezione .

In pratica i geni si trasmettono come delle fotocopie in via generazionale alcuni li vediamo perchè visibili (fenotipo) altri sono nascosti .
Questi geni nascosti vengono alla luce proprio in consanguineità ,e una volta che si conoscono possono essere repressi .

I geni indesiderati recessivi sono sempre mascherati da un gene dominante. Attraverso inbreeding un gene recessivo raro può essere passato da un antenato comune sia sul padre che della madre e può creare una prole omozigote recessivo. La prole risultante visualizza effettivamente il tratto che nessuno dei loro genitori aveva (anche se entrambi portavano). Capire che l'inbreeding non crea geni indesiderati ma aumenta semplicemente la possibilità che i tratti che sono già presenti vengano fuori .
Conclusione :
Inbreeding - aumenta la probabilità che i geni esistenti verranno visualizzati - permettendo di eliminare ciò che è nascosto in precedenza , anche se era sempre presente .
La procedura per portare in consanguineità i propri polli ,più rapida ,ma anche la più difficile da attuare è questa .
Viene usato sempre il solito gallo e incrociato con la prole in questo modo abbiamo fotocopiato bene il gallo ma anche i geni nascosti il (nanismo ecc) e possiamo eliminarli .
La procedura è sconsigliata ad allevatori inesperti .

Back crossing.
avatar
apollo12
Utente master
Utente master

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 15.07.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: inbreeding e consanguineità

Messaggio Da Nunzio.Cristaudo il Sab 29 Dic 2012, 13:03

apollo12 ha scritto:Leggendo in giro mi sono accorto di molte inesattezze sulle procedure di selezione e molti miti da sfatare .

Mi sono documentato affondo sulla questione è raccolto ,oltre quella che avevo ,una mole di documenti che parlano di questa procedura di selezione .

Cominciamo col dire che la parola significa INICROCIO e cioè non incrociare con polli del vicino ,ma mantenere in consanguineità il proprio ceppo .
Molti pensano che la consanguineità sia un problema ma invece non è cosi .
Negli ultimi decenni la genetica ha fatto passi da gigante e da quando si sono scoperti i geni si è capito che la comparsa dei caratteri indesiderati addirittura è un pregio per la selezione .

In pratica i geni si trasmettono come delle fotocopie in via generazionale alcuni li vediamo perchè visibili (fenotipo) altri sono nascosti .
Questi geni nascosti vengono alla luce proprio in consanguineità ,e una volta che si conoscono possono essere repressi .

I geni indesiderati recessivi sono sempre mascherati da un gene dominante. Attraverso inbreeding un gene recessivo raro può essere passato da un antenato comune sia sul padre che della madre e può creare una prole omozigote recessivo. La prole risultante visualizza effettivamente il tratto che nessuno dei loro genitori aveva (anche se entrambi portavano). Capire che l'inbreeding non crea geni indesiderati ma aumenta semplicemente la possibilità che i tratti che sono già presenti vengano fuori .
Conclusione :
Inbreeding - aumenta la probabilità che i geni esistenti verranno visualizzati - permettendo di eliminare ciò che è nascosto in precedenza , anche se era sempre presente .
La procedura per portare in consanguineità i propri polli ,più rapida ,ma anche la più difficile da attuare è questa .
Viene usato sempre il solito gallo e incrociato con la prole in questo modo abbiamo fotocopiato bene il gallo ma anche i geni nascosti il (nanismo ecc) e possiamo eliminarli .
La procedura è sconsigliata ad allevatori inesperti .

Back crossing.


Concludi dicendo che la procedura è sconsigliata ad allevatori inesperti.
Io mi chiedo , perché consigli questo metodo di selezione, a tutti come se fosse l'unico , e il solo corretto ?
Perché tu stesso lo usi? Sei convinto di avere l'esperienza necessaria?
avatar
Nunzio.Cristaudo
Moderatore
Moderatore

Sesso : Maschile Messaggi : 176
Data d'iscrizione : 10.12.12
Età : 53
Località : Catania

Tornare in alto Andare in basso

Re: inbreeding e consanguineità

Messaggio Da apollo12 il Sab 29 Dic 2012, 13:22

Io l'ho usato con varie razze , e pseudo razze e con l'uso capisci i limiti e problemi .
Con una razza molto in tipo ,non conviene usarlo perchè esistono altri sistemi migliori .
Con la Siciliana lo consiglio ;per la cresta essendo un carattere parzialmente dominante ,con questo sistema ti assicuri di fissarla per benino ,e per far uscire fuori le colorazioni nascoste ,e ancora per aumentare peso e molto altro ancora .
avatar
apollo12
Utente master
Utente master

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 15.07.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: inbreeding e consanguineità

Messaggio Da Nunzio.Cristaudo il Sab 29 Dic 2012, 14:08

apollo12 ha scritto:Io l'ho usato con varie razze , e pseudo razze e con l'uso capisci i limiti e problemi .
Con una razza molto in tipo ,non conviene usarlo perchè esistono altri sistemi migliori .
Con la Siciliana lo consiglio ;per la cresta essendo un carattere parzialmente dominante ,con questo sistema ti assicuri di fissarla per benino ,e per far uscire fuori le colorazioni nascoste ,e ancora per aumentare peso e molto altro ancora .


PREMESSA!
Quando ti poni consigliando le cose ,senza spacciarle per verità assolute . Mi dai motivo di far crescere ma mia stima nei tuoi confronti.

Sono d'accordo con te , quando affermi che la Siciliana non è una razza con tutte le sue caratteristiche ben fissate (credo che in questo siano un pò tutti d'accordo), e quando dici che lavorare con essa in inbreeding può essere uno dei sistemi migliori per selezionarla.
Quando però, metti in pratica questo metodo di selezione (che si racconta in due parole ma per il quale occorrono anni di lavoro)
ti accorgi che questo metodo ti offre molte varianti ,spesso dettate dalle caratteristiche morfologiche e genetiche dei soggetti prodotti negli anni.
avatar
Nunzio.Cristaudo
Moderatore
Moderatore

Sesso : Maschile Messaggi : 176
Data d'iscrizione : 10.12.12
Età : 53
Località : Catania

Tornare in alto Andare in basso

Re: inbreeding e consanguineità

Messaggio Da apollo12 il Sab 29 Dic 2012, 15:09

Io ho sempre dato per scontato molte cose ,(almeno per me lo sono )ma poi mi sono
accorto da molti interventi ,di questo e altri forum che parliamo lingue diverse scratch Qualcuno mi dice :Con una gallina o gallo cosa vuoi dimostrare ?
Un 'altro che mi sono inventato un metodo tutto mio .....parlo di piumini e qualcuno pensa siano cuscini e copriletti ..... scratch -
Io allevo con metodi appresi da altri ,e avendoli usati e provati li faccio conoscere agli altri poi ognuno si regola come vuole .
l'inincrocio (con un solo gallo)lo sconsiglio a chi alleva da poco perchè implica un modo di allevare e delle conoscenze che li apprendi sul campo -


Ultima modifica di apollo12 il Dom 30 Dic 2012, 10:40, modificato 1 volta
avatar
apollo12
Utente master
Utente master

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 15.07.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: inbreeding e consanguineità

Messaggio Da Nunzio.Cristaudo il Sab 29 Dic 2012, 15:42

apollo12 ha scritto:Io ho sempre dato per scontato molte cose ,(almeno per me lo sono )ma poi mi sono
accorto da molti interventi ,di questo e altri forum che parliamo lingue diverse scratch Qualcuno mi dice :Con una gallina o gallo cosa vuoi dimostrare ?
Un 'altro che mi sono inventato un metodo tutto mio .....parlo di piumini e qualcuno pensa siano cuscini e copriletti ..... scratch -
Io allevo con metodi appresi da altri ,e avendoli usati e provati li faccio conoscere agli altri poi ognuno si regola come vuole .
l'inincrocio lo sconsiglio a chi alleva da poco perchè implica un modo di allevare e delle conoscenze che li apprendi sul campo -


La genetica è fondamentalmente basata su calcoli matematici, ma siamo ben lontani dal poter affermare che sia essa stessa matematica.
Allevare in selezione implica ,dedizione , conoscenza , metodo , occhio ed intuito che come ben dici ,solo l'esperienza può darci.
avatar
Nunzio.Cristaudo
Moderatore
Moderatore

Sesso : Maschile Messaggi : 176
Data d'iscrizione : 10.12.12
Età : 53
Località : Catania

Tornare in alto Andare in basso

Re: inbreeding e consanguineità

Messaggio Da apollo12 il Sab 29 Dic 2012, 19:10

Con linea diretta accorci i tempi di selezione alle prime generazioni ti accorgerai che ti nascerà di tutto What a Face se hai l'accortezza di osservare le galline che usi ti accorgerai che dovrai sostituirne molte .
Molte sono portatrici di tarsi impiumati , di nanismo ,cecità ecc.
Per questo devi allevare un minimo di 5 galline a gallo e almeno altre cinque pronte alla sostituzione .
Arriva alla quarta o quinta e capisci perchè un cane è indispensabile Laughing
avatar
apollo12
Utente master
Utente master

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 15.07.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: inbreeding e consanguineità

Messaggio Da Nunzio.Cristaudo il Dom 30 Dic 2012, 00:42

Al momento ho quattro Pastori Tedeschi , una Bull-Terrier e una Barboncina nana.
Spero che bastino. Very Happy
Comunque io fino ad ora non sono andato mai oltre gli F3 ( mi riferisco alla mia esperienza in ornitologia ).
Non l'ho fatto , perché già in seconda o in terza generazione mi ritrovavo soggetti più belli di quelli con i quali avevo iniziato e che spesso si dimostravano dei buoni razzatori.
avatar
Nunzio.Cristaudo
Moderatore
Moderatore

Sesso : Maschile Messaggi : 176
Data d'iscrizione : 10.12.12
Età : 53
Località : Catania

Tornare in alto Andare in basso

Re: inbreeding e consanguineità

Messaggio Da apollo12 il Dom 30 Dic 2012, 09:32

Se guardi le foto delle mie galline iniziali pesavano un kg ,il peso \mole è un carattere nascosto nella Siciliana e ti viene fuori alle prime generazioni ,non è magia o chissà cosa ,le caratteristiche collaudate da madre natura senza selezione ritornano .
Con i polli hai la possibilità di formare gruppi ,e di trasmettere un carattere a più galline ,che saranno portatrici di quel carattere ,e siccome non sono legati a periodi di fecondità ,facendo schiuse tutto l'anno accorci i tempi di riproduzione .
avatar
apollo12
Utente master
Utente master

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 15.07.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: inbreeding e consanguineità

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum