GallinaSiciliana
Per scrivere è necessaria la registrazione, che ti permetterà di accedere in automatico al forum

Lo Staff Gallina Siciliana

Valdarno-La storia?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Valdarno-La storia?

Messaggio Da Wildfowl il Lun 14 Giu 2010, 13:00

Analogamente ad altre razze, chiederei se fosse possibile, avere qualche documento sulla Valdarno, in particolare a Fabrizio, che si è occupato in prima persona di ricostruire una razza che era ormai quasi estinta.
Il tuo nome figura in quasi tutte le descrizioni on-line , quindi i miei più sentiti omaggi al tuo lavoro.

G.
avatar
Wildfowl
Utente master
Utente master

Sesso : Maschile Messaggi : 323
Data d'iscrizione : 07.06.10
Età : 33
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Valdarno-La storia?

Messaggio Da Fabrizio Focardi il Lun 14 Giu 2010, 15:23

Materiale sulla Valdarno ne ho moltissimo. Su tutti i libri italiani, ma anche in uno olandese, , si parla molto della Valdarno e tutti danno lo standard riconosciuto dall'allora “Società Italiana di Avicoltura”, presieduta anche dal Ghigi. C’è però anche un libro di Teodoro Pascal “Pagine Sparse di Avicoltura” in cui c’e una raccolta intitolata “Minestrone alla Valdarno” e qui sono raccolti tutti gli scritti (articoli, lettere, ecc.) a proposito di questa razza, alcuni sono veramente divertenti perché i grandi dell’epoca hanno molto discusso e non si risparmiavano pungenti battute, ma sempre nel reciproco rispetto e, fra le righe, si intuisce il giusto piacere, non polemico assolutamente, della discussione.
Inserirò nel forum alcune pagine, promesso!, ma datemi tempo.
Intanto posso darvi la storia recente, quella la conosco bene!

Era intorno al 1990/92 e, a quel tempo, la mia razza preferita era la Wyandotte Nana: una amore appassionato!
Ero riuscito reperire diciotto colorazioni. La mia preferita era la Bianca Columbia Nera ed avevo un ceppo di selezione tedesca. In un viaggio in Olanda vidi la loro selezione in questa colorazione e mi entusiasmò in quanto era fedele, morfologicamente parlando, allo standard per tutte le caratteristiche.
Voi direte: ma tutte dovrebbero essere fedeli allo standard! Giusto!, ma purtroppo così non era e così non è.
Sono sempre stato dell’opinione che il Paese di origine dovrebbe dettare legge sulle proprie razze, ma se si guarda lo “Standard of Perfection” americano ci si accorge che così non è. Le code, ma anche altre caratteristiche di forma e posizione non corrispondevano. Guardavo allora le mie Wyandotte Nane con occhio critico e mi piacevano sempre meno. Se voi guardate nel nostro disegno sullo standard sono chiaramente visibili le timoniere della coda della gallina, ma ahimè nella realtà non esistono più. La selezione ha fatto sì che si siano talmente ammorbidite che non si riconoscono più dalle copritrici della coda. Questo anche nel colore e nel disegno, le timoniere nere, richieste in molte varietà, non sono nere, ma disegnate e col rachide talmente morbido da confonderle proprio con le copritrici.
Bene per farla breve mi disamorai e dissi: o mantengo due/tre colorazioni soltanto e le riseleziono come standard comanda o cambio razza.
Ero consapevole di avere davanti un’impresa considerevole e difficile, così pensai: se devo perdere anni per riselezionare la Wyandotte Nana perché non dedicarmi ad una razza italiana estinta? Conoscevo già la Valdarno e ogni giorno ero sempre più convinto che fosse la cosa giusta da fare.
Detti così via tutte le Wyandotte Nane e comincia a buttare giù un piano teorico sulla riselezione. Fotocopia tutto ciò che avevo e tante notizie mi furono molto utili.
Lo standard c’era perché quello della Società Italiana di Avicoltura era ben chiaro e esaustivo.
Bene dopo essermi chiarito le idee mi misi in giro a cercare soggetti che mi potevano essere utili.
Un amico allevatore senese G.F. mi disse che un vecchio contadino allevava da anni un ceppo di polli neri che potevano essere, o derivare, dalla Valdarno e mi procurò un gallo e tre galline.
A M.T., allora presidente federale, chiesi di procurarmi in Francia un trio di Bresse Nera.
Chiesi la Bresse perché in un mio libro avevo letto che dopo l’ultima guerra in Francia la Bresse Nera era sparita, guarda caso in quell’epoca ci fu un altissimo aumento dell’esportazione della nostra Valdarno e dopo alcuni anni la Bresse Nera era risorta nelle aie francesi, questo i sembrò molto significativo.
Anche un’altra notizia mi convinse. Il Ghigi, allora rettore dell’università di Bologna, sottopose i suoi allieve ad un test: dopo aver ingabbiato, mischiati, alcuni soggetti di Valdarno ed alcuni di Bresse Nera, chiese ai suoi allievi di indicare i soggetti corrispondenti rispettivamente alle due razze. Fu impossibile, erano pressoché identici.
Ebbi comunque, ovviamente, alcuni problemini. I polli Bresse che mi furono portati erano quasi polli nani, il gallo pesava appena kg. 1,5 e le galline poco sopra il kg.
I polli del senese avevano orecchione molto macchiato di rosso, una forma un po’ troppo grossolana e alcune remiganti con le punte bianche, ma avevano un buonissima mole. Tutti comunque avevano pelle bianca e tarsi neri: un buon vantaggio!
Cominciai a lavorare con un grande entusiasmo, ero felice.
Producevo più di 200 pulcini l’anno per tirarne fuori a volte solo una ventina, ma anche meno. Le delusioni furono tantissime e tante volte pensai di smettere, ma la grande passione ebbe sempre il sopravvento. Lavoravo con due, che poi diventarono tre, ceppi diversi non consanguinei, Un anno ricordo vidi la Castigliana e pensai opportuno incrociare un mio gruppo con un gallo, uscirono soggetti di ottimo colore e tipologia. Durò comunque poco, su tutti i soggetti, già appena maturi, ma molto di più al secondo anno, appariva una muffa bianca sulla faccia. Lavoro inutile quindi. Nel periodo di riproduzione tutti i contadini nei dintorni si erano dati la voce e tutti volevano i miei scarti e non avevano torto in quanto quando potevo darli via erano quasi adulti, alcuni si sdebitavano portandomi sacchi di mangime.
Bene, per farla corta ai Campionati Italiani del 1998 la Valdarno fu ufficialmente riconosciuta.
avatar
Fabrizio Focardi
Esperto
Esperto

Sesso : Maschile Messaggi : 954
Data d'iscrizione : 15.03.10
Età : 74
Località : Rignano Sull'Arno (FI)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Valdarno-La storia?

Messaggio Da PeppeTasso il Lun 14 Giu 2010, 15:59

E' stato oggetto di una delle tante discussioni fatte in terra di Sicilia, la ricordo così come scritta adesso.. Smile Smile

_________________
Peppe Tasso



http://www.gallinasiciliana.tk

“Dubium sapientiae initium”
avatar
PeppeTasso
Moderatore
Moderatore

Sesso : Maschile Messaggi : 2432
Data d'iscrizione : 14.03.10
Età : 51
Località : San Cataldo (CL)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Valdarno-La storia?

Messaggio Da Fabrizio Focardi il Lun 14 Giu 2010, 16:05

Già è vero Peppe!! Ma quanto ho chiaccherato!!!!!!!!!
Ricordo comunque il mio soggiorno a Randazzo con un piacere immenso, sul serio.
Macchina con autista (il povero Sandro) tutte le mattine all'albergo e le cose meravigliose che ho visto, Siciliane comprese (Briga parlo di galline ovviamente!).
avatar
Fabrizio Focardi
Esperto
Esperto

Sesso : Maschile Messaggi : 954
Data d'iscrizione : 15.03.10
Età : 74
Località : Rignano Sull'Arno (FI)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Valdarno-La storia?

Messaggio Da briga77 il Lun 14 Giu 2010, 16:15

che bello tutto questo interesse per la valdarno , dai ragazzi datemi una mano !
non sapete quanto e' dura quando non ci sono soggetti da reperire , ed essere sempre bacchettati dal sig Focardi .

briga77
Utente senior
Utente senior

Messaggi : 121
Data d'iscrizione : 08.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Valdarno-La storia?

Messaggio Da Wildfowl il Lun 14 Giu 2010, 16:59

La Valdarno è una razza che merita molta promozione, non capisco perchè trovi tante resistenze alla sua diffusione, forse perchè è di colore completamente nero con anche tarsi scuri e pelle bianca?
A me hanno appassionato molte caratteristiche come la rusticità, temperamento, tipicità, delicatezza delle carni (per i non vegetariani), precocità, deposizione di uova bianche e di grosse dimensioni, colore nero uniforme con riflessi verdi, cresta semplice ed orecchioni bianchi tipici del pollo mediterraneo.

G.
avatar
Wildfowl
Utente master
Utente master

Sesso : Maschile Messaggi : 323
Data d'iscrizione : 07.06.10
Età : 33
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Valdarno-La storia?

Messaggio Da briga77 il Mar 15 Giu 2010, 13:24

ecco un esempio di futuro campione di razza !
me lo sento !!

briga77
Utente senior
Utente senior

Messaggi : 121
Data d'iscrizione : 08.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Valdarno-La storia?

Messaggio Da Wildfowl il Mar 15 Giu 2010, 13:28

Bello, quanti mesi ha?
Si trova in una specie di container e cosa utilizzi come lettiera?

G.
avatar
Wildfowl
Utente master
Utente master

Sesso : Maschile Messaggi : 323
Data d'iscrizione : 07.06.10
Età : 33
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Valdarno-La storia?

Messaggio Da Fabrizio Focardi il Mar 15 Giu 2010, 13:33

Per ora mi piace!
avatar
Fabrizio Focardi
Esperto
Esperto

Sesso : Maschile Messaggi : 954
Data d'iscrizione : 15.03.10
Età : 74
Località : Rignano Sull'Arno (FI)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Valdarno-La storia?

Messaggio Da briga77 il Mar 15 Giu 2010, 14:35

se guardi in Varie ho messo le foto dei box , e come lettiera uso la lolla di riso .

briga77
Utente senior
Utente senior

Messaggi : 121
Data d'iscrizione : 08.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Valdarno-La storia?

Messaggio Da Fabrizio Focardi il Mar 15 Giu 2010, 14:42

Cos'è Varei??
avatar
Fabrizio Focardi
Esperto
Esperto

Sesso : Maschile Messaggi : 954
Data d'iscrizione : 15.03.10
Età : 74
Località : Rignano Sull'Arno (FI)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Valdarno-La storia?

Messaggio Da GUI63 il Mar 15 Giu 2010, 14:45

Ho corretto io Fabri.E' Varie.
Guido
avatar
GUI63
Moderatore
Moderatore

Sesso : Maschile Messaggi : 611
Data d'iscrizione : 17.03.10
Età : 54
Località : LIGURIA

Tornare in alto Andare in basso

Re: Valdarno-La storia?

Messaggio Da Fabrizio Focardi il Mar 15 Giu 2010, 14:50

Scusami Guido io pensavo che fosse chissà che cosa!
Le mie figlie mi hanno fatto venire il complesso, mi dicono sempre che non ne so mai abbastanza e quindi penso che sia sempre qualcosa di particolare.
avatar
Fabrizio Focardi
Esperto
Esperto

Sesso : Maschile Messaggi : 954
Data d'iscrizione : 15.03.10
Età : 74
Località : Rignano Sull'Arno (FI)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Valdarno-La storia?

Messaggio Da briga77 il Mar 15 Giu 2010, 14:52

ma quanto sei permaloso mamma mia !!!!
non si puo sbagliare ?

briga77
Utente senior
Utente senior

Messaggi : 121
Data d'iscrizione : 08.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Valdarno-La storia?

Messaggio Da Fabrizio Focardi il Mar 15 Giu 2010, 14:53

Che permaloso, è che non avevo capito davvero!
avatar
Fabrizio Focardi
Esperto
Esperto

Sesso : Maschile Messaggi : 954
Data d'iscrizione : 15.03.10
Età : 74
Località : Rignano Sull'Arno (FI)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Valdarno-La storia?

Messaggio Da GUI63 il Mar 15 Giu 2010, 14:58

Sembrate Gianni e Pinotto (per chi li ricorda e per chi non li ricordasse....non sa cosa si è perso)Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy
avatar
GUI63
Moderatore
Moderatore

Sesso : Maschile Messaggi : 611
Data d'iscrizione : 17.03.10
Età : 54
Località : LIGURIA

Tornare in alto Andare in basso

Re: Valdarno-La storia?

Messaggio Da Fabrizio Focardi il Mar 15 Giu 2010, 15:03

Purtroppo li ricordo, e che risate!!!!
avatar
Fabrizio Focardi
Esperto
Esperto

Sesso : Maschile Messaggi : 954
Data d'iscrizione : 15.03.10
Età : 74
Località : Rignano Sull'Arno (FI)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Valdarno-La storia?

Messaggio Da PeppeTasso il Mar 15 Giu 2010, 19:20

Li ricordo anch'io Crying or Very sad Crying or Very sad

_________________
Peppe Tasso



http://www.gallinasiciliana.tk

“Dubium sapientiae initium”
avatar
PeppeTasso
Moderatore
Moderatore

Sesso : Maschile Messaggi : 2432
Data d'iscrizione : 14.03.10
Età : 51
Località : San Cataldo (CL)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Valdarno-La storia?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum