GallinaSiciliana
Per scrivere è necessaria la registrazione, che ti permetterà di accedere in automatico al forum

Lo Staff Gallina Siciliana

Boffa - colorazione avana - chi, come cosa e perchè? foto storiche e attuali

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Boffa - colorazione avana - chi, come cosa e perchè? foto storiche e attuali

Messaggio Da Andrea Mangoni il Mer 06 Ott 2010, 11:05

ciao a tutti, il quesito è rivolto soprattutto a chi ne capisce di nomenclatura di colorazioni.
in passato, era segnalata per la boffa la colorazione avana: come fosse però questa colorazione, questo non era dato saperlo. ne è segnalata una varietà avana scura - dovrebbe far intendere che ne esisteva una più chiara?

poi ho trovato questa foto del 1936 di una boffa avana:



si nota una maggiore pigmentazione a carico della mantellina, delle remiganti e forse tracce nere sulla coda. potrebbe far pensare a quella che il taibell chiamava colorazione lionata e che descriveva come un fulvo più o meno intenso con remiganti e timoniere parzialmente o totalmente nere.

il ceppo che ho recuperato io ha femmine che mostrano spessissimo la seguente colorazione:




la prole di femmine con questa colorazione mostra circa il 50% di esemplari simili alle madri, un 20/25% di capi con livrea molto più chiara (fin quasi al bianco) e un 23-30% di animali a colorazione scura, come quelle sotto (più scure da giovani, tendono a schiarire con l'età):




quest'ultima colorazione ricorda secondo me parecchio il rosso coda nera (es.una versione primitiva della rhode island). L'idea che mi era balenata, vedendo le percentuali nella prole, era che le femmine a mantello più contrastato e chiaro fossero eterozigoti per un gene di diluizione della melanina e feomelanina, che agiva su una colorazione base simil rosso-codanera. in questo senso si spiegherebbe sia la comparsa di prole scura (assenza del gene di diluizione) sia quella di prole molto chiara (omozigote per il gene di diluizione). In questo senso, la colorazione storicamente nota come avana scuro potrebbe corrispondere secondo voi a quella delle ultime foto? O altrimenti, pensate che possa corrispondere la colorazione della prima foto con quella delle femmina a livrea più contrastata? grazie a chiunque vorrà darmi la sua opinione.
avatar
Andrea Mangoni
Utente senior
Utente senior

Sesso : Maschile Messaggi : 159
Data d'iscrizione : 19.06.10
Età : 42
Località : Camponogara - VE

Tornare in alto Andare in basso

Re: Boffa - colorazione avana - chi, come cosa e perchè? foto storiche e attuali

Messaggio Da PeppeTasso il Mer 06 Ott 2010, 12:47

Aspetto con interesse.....

_________________
Peppe Tasso



http://www.gallinasiciliana.tk

“Dubium sapientiae initium”
avatar
PeppeTasso
Moderatore
Moderatore

Sesso : Maschile Messaggi : 2432
Data d'iscrizione : 14.03.10
Età : 51
Località : San Cataldo (CL)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Boffa - colorazione avana - chi, come cosa e perchè? foto storiche e attuali

Messaggio Da medusa il Mer 06 Ott 2010, 15:09

Sono titubante Andrea immagino che il colore avana sia riferito ai sigari come avviene per la razza di conigli Avana ,con buona approssimazione penserei All'ultimo animale come avana scuro da capire poi se la colorazione fosse opaca o brillante.
Ciao
avatar
medusa
Utente veteran
Utente veteran

Messaggi : 247
Data d'iscrizione : 23.08.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Boffa - colorazione avana - chi, come cosa e perchè? foto storiche e attuali

Messaggio Da Andrea Mangoni il Mer 06 Ott 2010, 20:37

ciao Alessio, dubbio comprensibile e gravato dal fatto che all'epoca c'erano definizioni di colorazione molto più vaghe: con camoscio si poteva intendere il pile e il fulvo uniforme, con dorata collo oro, perniciata e fioccata, ecc...
facciamo chiarezza su una cosa allora.
lo standard allegato alla foto trovata recita così per il piumaggio:
"(Gallo) Ricco, colore avana, lucido. (gallina) colore avana, molto ricca di penna."
quindi dovremmo pensare ad una colorazione lucida.
il fatto che per la femmina venga detto semplicemente "colore avana" e che l'animale in foto che accompagna l'articolo avesse invece piumaggio così ben marcatamente non omogeneo mi fa pensare che comunque esistesse il famoso avana chiaro e avana scuro, considerato che tutte le fonti bibliografiche trovate (peraltro poche) indicano che al pollaio provinciale di padovca venivano selezionati animali avana scuro.
c'è di più. il pollaio provinciale di padova cedette esemplari a quello di forlì, ed ecco che il taibell chiama questi esemplari lionati; così, quelli che sono avana per mazzon e cornoldi diventano almeno parzialmente lionati per il taibell, che col termine lionato indica un fulvo a coda nera con tracce di nero alle remiganti, ed il fulvo non sempre uniforme. che taibell avesse visto degli avana chiari?
Da qui mi viene la convinzione che la colorazione in cui mi sono imbattuto sia la stessa colorazione avana citata allora (il mio gallo ha piumaggio lustro e lucido e corrisponde vagamente al lionato del taibell).
avatar
Andrea Mangoni
Utente senior
Utente senior

Sesso : Maschile Messaggi : 159
Data d'iscrizione : 19.06.10
Età : 42
Località : Camponogara - VE

Tornare in alto Andare in basso

Re: Boffa - colorazione avana - chi, come cosa e perchè? foto storiche e attuali

Messaggio Da medusa il Gio 07 Ott 2010, 07:37

Ciao Andrea , le tue osservazioni sono molto interessanti e chiariscono come il gallo fosse dotato di irridescenza del piumaggio .
Ti spiego brevemente come il Taibel (studente preferito di Ghigi) arrivò alla definizione di lionato nei polli.
Devi sapere che il famoso Alula Taibel divenne studente di Ghigi in età adulta , mi sembra fosse un militare con una smisurata passione per la natura e la biologia.
Inizialmente era titubante ad intraprendere il percorso universitario ma in seguito si persuase ed accettò la proposta di Ghigi.
Arrivo la laurea ed il Ghigi gli affidò per un certo periodo la direzione della famosa stazione sperimentale di pollicoltura di Rovigo che coordinava tutti i pollai provinciali d'Italia.
Taibel amava in modo smisurato gli animali esotici , ed intraprese durante la sua direzione l'allevamento di importanti gruppi di questi.
I cracidi erano il suo pallino , tanto che insegnò ad allevatori di mezza Europa come si doveva operare per allevarli .
Tra i felini la sua passione erano i Leoni ( considera che finì la sua lunga carriera come direttore dello zoo di Torino)
Osservando il piumaggio dei pulcini e non tanto quello degli adulti rimase folgorato da alcune nidiate di pulcini dell'area veneta ( erano di un giallo carico con la testa puntinata di marrone come i piccoli leoncini della savana)
Da li l'idea di chiamare lionata la livrea di questi animali .
Il termine piaceva a molti tanto che durante la fissazione di alcune razze sintetiche si decise per nomi ad effetto che ne invogliassero l'allevamento ( fierezza e rusticità).
Nacque cosi la Robusta Lionata che perpetua nel nome il ricordo del dr Taibel.
Si occuparono poi della fissazione anche il Quilici ed altri tecnici di Rovigo.
Ora se l'avana è paragonabile al lionato da adulto non so dirtelo ma se osservi i pulcini non avrai dubbi un Lionato nasce giallo carico tutto puntinato e screziato di bruno sulla testa .
( devo questa importante testimonianza orale all'anziano Prof. di Padova che ringrazio infinitamente per quanto mi ha insegnato).
Ho un grande piacere a parlare di questi avicoltori del passato che rivivono nelle nostre parole ed esperienze di oggi.
avatar
medusa
Utente veteran
Utente veteran

Messaggi : 247
Data d'iscrizione : 23.08.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Boffa - colorazione avana - chi, come cosa e perchè? foto storiche e attuali

Messaggio Da Andrea Mangoni il Gio 07 Ott 2010, 12:41

ciao Alessio, capisco le motivazioni del taibell. c'è da dire però che in questo caso il giudizio espresso sulla colorazione dal taibell si basava su animali adulti, non su pulcini, e credo che fenotipi vagamente simili possano derivare da genotipi differenti, con anche differente colore del piumino dei pulcini stessi.
in particolar modo, riporto i brani direttamente dall'articolo.
Taibel, A. (1934). “Le «Razze locali» alla XIª Mostra animali da cortile di Padova”, in
Rivista di Avicultura, vol IV, n. 7.

"Piemontese comune: [...] il mantello è di tipo lionato, vale a dire prevalentemente fulvo giallastro con macchie nere specialmente più diffuse sulle remiganti e sulle timoniere.
[...]
come pure non abbiamo trovato giudizio espresso in due gruppi di Boffa lionata di Forlì [...]."

la mia domanda, viste anche lo foto di galline lionate anni 30 una simile definizione non si potrebbe applicare anche alle galline delle prime foto che ho postato? Viste anche certe foto del pollaio di padova di galline locali a colorazione lionata, una certa affinità nella distribuzione del pigmento nelle femmine io ce la vedrei.
avatar
Andrea Mangoni
Utente senior
Utente senior

Sesso : Maschile Messaggi : 159
Data d'iscrizione : 19.06.10
Età : 42
Località : Camponogara - VE

Tornare in alto Andare in basso

Re: Boffa - colorazione avana - chi, come cosa e perchè? foto storiche e attuali

Messaggio Da Andrea Mangoni il Gio 07 Ott 2010, 12:43

ps il prof di padova è il "nonno" dell'avicoltura padovana, C.L.F.? ha fatto diventare matti i frati coi canti dei suoi galletti...Twisted Evil !
avatar
Andrea Mangoni
Utente senior
Utente senior

Sesso : Maschile Messaggi : 159
Data d'iscrizione : 19.06.10
Età : 42
Località : Camponogara - VE

Tornare in alto Andare in basso

Re: Boffa - colorazione avana - chi, come cosa e perchè? foto storiche e attuali

Messaggio Da medusa il Gio 07 Ott 2010, 13:05

Si si concordo con te nel vedere l'affinità di colore.
Devo dire che questo colore Lionato fa parte anche del patrimonio del pollo Modenese o meglio è rilevabile in alcune femmine per contro i maschi presentano sempre livrea con petto nero pertanto sono stati attribuiti all'odierno colore frumento e dorato frumento.
avatar
medusa
Utente veteran
Utente veteran

Messaggi : 247
Data d'iscrizione : 23.08.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Boffa - colorazione avana - chi, come cosa e perchè? foto storiche e attuali

Messaggio Da medusa il Gio 07 Ott 2010, 13:07

E' molto interessante rilevare che il colore del collo presenta uno stacco netto col resto del corpo.
Cosa diversa da ciò che accade ad esempio nella New Hampshire.
avatar
medusa
Utente veteran
Utente veteran

Messaggi : 247
Data d'iscrizione : 23.08.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Boffa - colorazione avana - chi, come cosa e perchè? foto storiche e attuali

Messaggio Da PeppeTasso il Gio 07 Ott 2010, 15:15

Me ne guardo bene dal dire qualcosa, ma leggo con molto interesse....

_________________
Peppe Tasso



http://www.gallinasiciliana.tk

“Dubium sapientiae initium”
avatar
PeppeTasso
Moderatore
Moderatore

Sesso : Maschile Messaggi : 2432
Data d'iscrizione : 14.03.10
Età : 51
Località : San Cataldo (CL)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Boffa - colorazione avana - chi, come cosa e perchè? foto storiche e attuali

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum