GallinaSiciliana
Per scrivere è necessaria la registrazione, che ti permetterà di accedere in automatico al forum

Lo Staff Gallina Siciliana

Differenti linee cornetti

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Differenti linee cornetti

Messaggio Da Ospite il Lun 10 Ott 2011, 21:11

[img][img][/img][img][/img]
GALLI a V [/img] ] corna parallele

PANORAMICA DELLE DIVERSE LINEE CHE ALLA FINE ESCLUDENDO LE CIUFFATE SONO DUE
1) CON CORNA A V
"2) CORNA PARALLELE
Nei vari gruppi presuppongo in alcuni vi sia la presenza di un ernia cervicale, alcuni con sicurezza altri con dubbio !Nelle ciuffate lieve post nucale
nella terza foto con corna parallele l' ernia sembra più accentuata vedi 3 foto (La foto e di Salvo) impossibile visionare i soggetti.
La differenza delle forme delle corna viene influenzata dalla presenza dell' ernie cervicali -
I Soggetti con corna a V presumo siano senza ernia cervicale ,ed la mutazione nasce solo dalle presenza di un gene o meglio l'allele Dv ( cresta a coppa con cresta doppia ) <Adesso sto verificando con questo accoppiamento>.
Il pulcino misto cornuto è deceduto ed ho potuto verificare alcune cose (forma cranio normale ed ernia cervicale assente)
Quindi riassumendo la nascita dei galli con cresta V non dovrebbero avere ernie cervicali ed nascono dalle galline delle seconda foto se non sbaglio i geni della cresta sono portati dalle galline ed quinti accoppiando un galletto con cresta sdoppiata con gallina come quella della seconda foto dovremmo avere un 50 percento di cornuti a V.
Se voglio far nascere invece con cresta a cornetti paralleli devo accoppiare esemplari con presenza di ernia cervicale solo cosi cominciamo a capire da dove vengono le mutazioni.
[quote]
Per le ciuffate l 'unico incrocio più plausibile potrebbe essere olandese ciuffata fulva ma l allevatore per arrivare alla selezione odierna avrebbe dovuto volutamente eliminare caratteri molto dominanti delle Olandesi ed avrebbe perso caratteri della Siciliana poco dominanti . Question Exclamation Exclamation Exclamation Exclamation Exclamation Exclamation Exclamation
avatar
Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Differenti linee cornetti

Messaggio Da mazza59 il Mar 11 Ott 2011, 14:01

non è plausibile l'incrocio con olandese ciuffata fulva essendo tale colorazione di recente selezione e ancora molto rara.
per quanto riguarda la forma dei cornetti non darti pena anche lafleche razza francese presenta in alcuni soggetti corna parallele e in altri corna a v quindi non penso che vi siano correlazioni con ciuffi o ernie varie.

mazza59
Utente veteran
Utente veteran

Messaggi : 220
Data d'iscrizione : 23.04.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Differenti linee cornetti

Messaggio Da Ospite il Mar 11 Ott 2011, 18:28

Io qui in Sicilia ho visto qualche esemplare addirittura se non ricordo male Sandro M. ne ha .Altri esemplari di piccola taglia ci sono ma li escludo perchè la gallina in questione è di peso di una buona Siciliana-poi altri caratteri si sarebbero trasmessi almeno uno sarebbe visibile -Una cosa che mi stupisce è anche la forma ed colorazione delle uova uguali alla Siciliana bianche con un lato appuntito.

Interessante per la Fleche-
avatar
Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Differenti linee cornetti

Messaggio Da mazza59 il Mar 11 Ott 2011, 19:16

quì non sò mettere le foto ma visto che vai anche sul forum di cocincina domani alla voce siciliana ti posto due foto dei cornetti della la fleche così vedi come sono
ciao

mazza59
Utente veteran
Utente veteran

Messaggi : 220
Data d'iscrizione : 23.04.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Differenti linee cornetti

Messaggio Da Ospite il Mar 11 Ott 2011, 19:20

Grazie Very Happy
avatar
Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Differenti linee cornetti

Messaggio Da peppe il Mer 19 Ott 2011, 08:08

la dominanza e de galli,mentre le galline sono recessive.
vi spiego,se si accoppia una goallina cornuta con un gallo siciliano,i figli nascono tt siciliani con creste a coppa differenti,se invece si accoppia un gallo dornuto di caltanissetta originale con una gallina siciliana la piu robuste,il 3o% nascono quasi come il padre e cioe' con una specie di coppa sul becco con due lamine dentellati regolari e nella parte posteriore della cresta vericale,due piccoli cornetti.
poi facendo accoppiare il padre con le figlie e scegliendo le pollastre con piu caratteristiche del padre,altro 30%dei figli nascono con piu caratteristiche.successivamente facendo dinuovo accoppiare il padre nonno con le figlie che sarebbero come le nipoti e dopo 3 -4 generazioni,i soggetti vengono quasi,come le originali,pero' con le corna piu corte.
concludendo se si ha le originale e meglio,perche sono piu robuste hanno le corna pu linghe sia le galline dai 4 ai 7cm,ed i gali da 10 a 14cm,fanno uova grosse e ovli bianche di circa 70gammi ed il loro peso varia nelle galline da kg1,8 a 2,2,mentre i galli da kg2.6 a 3,2"stiamo parlando delle originali 100% ed accuditi bene,inoltre il loro e unico colore dorato scuro,piu scuro del dorato delle siciliane specialmente la mantellina delle galline,nei galli nn si nota perche tutta dorata e lunga.
x quando riguarda le varie forme di corna,la razza cornuta di caltanissetta,anche le originali hanno diverse forma di corna,da una coppia di corna di bue oppure a corna parallelele o a V,nascono figli con tante forme di corna diverse,a proprio compiacimento come riproduttori,ognuno di noi si puo' scegliere qulli che vuole.
comunque le originali hanno le corna piu lunghe e come dicono i vecchietti la razza e piu pregiata.
i vecchietti ci hanno sempre imparato tantissime cose belle,trasmettiamoli pure noi alle future generazioni.
questo e collaborare e dare esperienze nelle ricerche delle razze locali autoctone siciliane,percheè abbiamo tt bisogno di apprendere i consigli dei vecchietti e delle altre persone esperti e competenti appassionati.
ciao a tutti gli amici e i meno amici
avatar
peppe
Utente Junior
Utente Junior

Sesso : Maschile Messaggi : 33
Data d'iscrizione : 15.12.10
Età : 44
Località : caltanissetta

Tornare in alto Andare in basso

Re: Differenti linee cornetti

Messaggio Da Andrea Mangoni il Mer 19 Ott 2011, 22:53

Ciao Peppe, molto interessante quello che scrivi, ma queste osservazioni da dove derivano? La genetica della trasmissione della cresta a cornetti sulla cresta a coppa è infatti differente.
accoppiando un esemplare con corni con un esemplare con coppa a prescindere dal sesso si dovrebbero avere creste a coppa di varia forma che posteriormente si prolungano più o meno distintamente in due corne-lamine. SE quello che dici è vero e dimostrabile, significherebbe la presenza di un gene modificatore legato al sesso che va a interagire con l'azione della normale incompleta dominanza della cresta a cornetti su quella a coppa, e ciò sarebbe estremamente interessante e mai osservato prima..
sul termine originale mi sono già espresso, il carattere cresta a coppa potrebbe essere stato recepito dai singoli ceppi di cornuta di caltanissetta anche in momenti differenti e da fonti differenti, per cui parlare di originale senza poterle studiare NON ha senso alcuno. Già le differenze tra le dimensioni e la forma delle corna del ceppo di Salvo e quelle del ceppo di Peppe fanno pensare a differenze genetiche tangibili; sulla lunghezza delle corna, ho le foto di un ibrido F1 cornuta/siciliana con delle corna così lunghe da far impallidire i galli postati a suo tempo da peppe stesso. Per cui il discorso che le originali si riconoscono dalla lunghezza delle corna mi sembra un po' debole.
Invece sarebbe interessante studiare gli eventuali ibridi con siciliana e altre razze locali (come valplatani o bruna delle madonie); attendiamo che qualcuno ce ne dia la possibilità.
ciao!
avatar
Andrea Mangoni
Utente senior
Utente senior

Sesso : Maschile Messaggi : 159
Data d'iscrizione : 19.06.10
Età : 42
Località : Camponogara - VE

Tornare in alto Andare in basso

Re: Differenti linee cornetti

Messaggio Da PeppeTasso il Gio 20 Ott 2011, 16:52

Grazie Andrea, competente come sempre, e ...sottile........

_________________
Peppe Tasso



http://www.gallinasiciliana.tk

“Dubium sapientiae initium”
avatar
PeppeTasso
Moderatore
Moderatore

Sesso : Maschile Messaggi : 2432
Data d'iscrizione : 14.03.10
Età : 51
Località : San Cataldo (CL)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Differenti linee cornetti

Messaggio Da Ospite il Gio 20 Ott 2011, 20:30

A suo tempo avevo postato link su come ottenere una gallina cornuta,degli allevatori Americani ,sono arrivati prima di noi a capire che combinando una cresta a rosa con una cresta a coppa si ottengono polli cornuti come questo.[
Non voglio dilungarmi su come crearla ma dico solo che è facile .

Ed in base le combinazioni delle creste ed razze ottenere una miriade di combinazioni possibili ,voglio sottolineare che avere galline con corna anche di 15 cm non è impossibile con la dovuta selezione .

Chi detiene questa varietà di polli in Sicilia non ha in mano una rarità da tenere stretta ,ma dei polli da verificare la provenienza ,difatti un allevatore per caso incrociando anche un Amburgo con una Siciliana si è potuto creare il suo gruppo di cornuti .

La questione originale sta proprio qua ,a parole sono tutte originali ma poi nei fatti questi fantomatici allevatori vecchietti ed giovani millantatori ,alle richieste di verifica dei propri soggetti fanno marcia indietro . Quindi hanno qualcosa da nascondere trincerandosi dietro misteri divini ed tradizioni pagane -
Ripeto io stò lavorando con alcuni gruppi di certa provenienza di allevatori di cornute ed ciuffate,dopo aver verificato che tutti i caratteri
sono ben fissati ed escludendo incroci di sorta ,tutto alla luce del sole ,solo dopo si potrà incominciare a discutere seriamente di questa tipologia di polli.

Il mio proverbio è; SVEGLIA !!!! alle 5 affraid
avatar
Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Differenti linee cornetti

Messaggio Da Andrea Mangoni il Ven 21 Ott 2011, 11:29

ciao Giovanni, mi sembra davvero TANTO strana 'sta cosa della cresta a rosa che su cresta a coppa da la cresta a cornetti. ce la feresti a rimettere il link della discussione in cui avevi postato l'esempio americano? E 'sta cosa dell'amburgo, era un esempio teorico o hai davvero un allevatore tra i tuoi conoscenti che ce l'ha fatta?
le basi genetiche delle due tipologie di creste sono del tutto differenti, mi pare davvero improbabile ottenere una cresta cornetti in standard e trasmissibile partendo da questa situazione.
mi sai dire di più?
avatar
Andrea Mangoni
Utente senior
Utente senior

Sesso : Maschile Messaggi : 159
Data d'iscrizione : 19.06.10
Età : 42
Località : Camponogara - VE

Tornare in alto Andare in basso

Re: Differenti linee cornetti

Messaggio Da Ospite il Ven 21 Ott 2011, 18:28

Ciao, Andrea ti spedisco in MP qualche Link interessante ,ho voluto volutamente cancellalo per evitare che qualcuno si divertisse a sfornare polli locali misti cornuti. Comunque le basi scientifiche su cui mi appoggio sono prese da un articolo di una rivista risalente al 1991 dell University of Connecticut,Department of Nutritional Sciences, che puoi anche contattare .

Tempo fà avevo anche contattato un Allevatore Canadese che mi ha spiegato che nelle mutazioni più recenti si può osservare un accenno di cresta semplice tra i due cornetti dovuto alla combinazione degli alleli , ho fatto visionare le foto del forum ed altre ,mi ha indicato solo un gallo che probabilmente non ha avuto incroci ma nasce da una mutazione spontanea avvenuta molto tempo fa.

L'esempio non era preso per caso .
Ma meglio che ne parliamo in MP.

La foto ritrae un ibrido F1 (non ci sono siciliane in mezzo) notate la cresta centrale .[img][/img]

Nelle foto di Peppe M. noterete nei galletti un accenno di creste centrali dovuto alla miscela alleli nata da incroci con cresta a pisello.
Altro che originali albino

QUESTO MI E' RIFERITO DA STUDIOSI NON DA VECCHIETTI (SVEGLIA GENTE)



Non mi danno neanche una piuma per verificare su basi genetiche quando detto ,quindi per me questi polli fino a prova contraria

rimangono incroci -
(((((Chiuso il discorso))))))

Andrea visto i link puoi commentare la combinazione degli alleli su queste creste?
avatar
Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Differenti linee cornetti

Messaggio Da Andrea Mangoni il Sab 22 Ott 2011, 12:50

Ok! Dopo aver letto tutto il malloppone che mi ha mandato Giovanni ed i link in questione, sono giunto alla conclusione che... le mie nozioni di genetica sono ancora ben salde e non subiranno eccessivi scossoni!!! Evviva!
PREMESSA: le mie conclusioni sono ovviamente passibilissime di errori, e sono prontissimo ad arrendermi ad evidenze scientifiche differenti, MA sono frutto della combinazioni di 5 anni di esperienza nella selezione di creste a cornetti (pratica) e della convinzione che la genetica sia una scienza perlomento abbastanza certa (teoria).
PREMESSA 2: preparatevi perchè sarà una cosa lunghissima e pallosa per molti.
veniamo al primo punto, quello che mi interessa di più, e cioè la gallina di cui giovanni ha postato le foto. E' di un allevatore americano che ha delle bestie tipo phoenix cui sta cercando di inserire nuovi tipi di cresta. Lui dice che ha fatto incrociare un animale con cresta a pisello ed uno con cresta a coppa, o che aveva almeno un gene della cresta a coppa, per ottenere la cresta a cornetti, ma.... ta-da! NON E' COSI', e vi spiego il perché. L'allevatore infatti ha messo la foto del maschio padre della gallinella in questione, e guardate un po' com'è:



l'allevatore americano, non pratico di questo genere di cose, ha pensato si trattasse di cresta a coppa, ma la verità è che si tratta di un caso di eterozigosi della cresta a cornetti.
allora, spieghiamoci meglio. C'è un gene, il gene D, che causa lo sdoppiamento della cresta. Questo gene ha un sacco di alleli differenti, come a dire che la fiat punto è un solo modello ma ce ne sono tante versioni differenti per cilindrata, alimentazione, ecc... OK? bene, allora quando un animale ha la cresta semplice l'allele di D che interviene è: d+, ovverosia "mancanza di sdoppiamento". E' la condizione genetica base della maggior parte delle razze. Esistono poi l'allele Dv che produce lo sdoppiamento della cresta completo e fa formare la cresta a cornetti e l'allele Db (o Dc a seconda degli studiosi) che regola la cresta a coppa. Bene. se accoppio un animale con cresta a cornetti con un animale a cresta semplice, ottengo una parziale dominanza della cresta a cornetti che sdoppia PARZIALMENTE la cresta. l'effetto è variabilissimo, e può manifestarsi come:
-cresta che parte semplice e si sdoppia solo alla fine, tipo due o tre punte doppie al lobo posteriore;
-cresta che parte singola, si doppia centralmente e si riunisce posteriormente;
-cresta che si doppia del tutto e si formano due piccole creste singole appaiate;
-cresta che si sdoppia del tutto, resta piatta e forma una sorta di cresta a foglia di quercia;
-tante altre varianti oltre a queste citate.
siamo cioè di fronte ad un gene che ha un'altissima variabilità quando si trova in stato di eterozigosi. Nello specifico, il gallo della foto sopra, padre della gallina a cornetti, NON ha sangue di siciliana ma è un eterozigote per la cresta a cornetti, forse derivante da una razza ciuffata visto che sia lui che la figlia presentano tracce di ciuffo posteriore. E' probabile che la madre di questa gallina fosse anch'essa eterozigote per la cresta a V e che quindi lei sia ricaduta in quell' 1/4 di prole che matematicamente doveva nascere con cresta a cornetti da un tale accoppiamento. parlo sia in base alla teoria sia in quanto lavorando con la polverara di incroci di prima generazione con cresta variabilissima ne ho visti TANTI. Ma tanti davvero. E tenderei appunto a collocare la cresta di quel gallo in questa categoria.
altra osservazione derivante dalla pratica. il mio ceppo di polverara è stato tagliato negli anni 90 con il cornish (cresta a pisello) e mai epurato di questo gene (lo sto facendo io adesso). se la cresta a V è omozigote, la cresta a pisello ha un'influenza che si manifesta con un ingrossamento parziale delle corna, a volte con un loro arrotondamento e con la presenza di bitorzoli. Ho avuto un gallo ibrido che era eterozigote per la cresta a cornetti E ANCHE per la crestaa pisello: aveva una cresta che partiva semplice alla base, si divideva longitudinalmente in tre creste (condizione di eterozigosi della cresta a pisello) e poi si sdoppiava posteriormente (condizione di eterozigosi della cresta a cornetti). Io credo che se il gene Dv fosse in eterozigosi su una cresta a pisello in omozigosi, l'effetto potrebbe essere quasi invisibile, e l'animale potrebbe sembrare un animale con cresta a pisello normale. questo potrebbe essere stato il caso della mamma della gallina mostrata da Giovanni.
TUTTO QUESTO PER DIRE COSA? la cresta a cornetti nasce per opera del gene Dv, allele di D come Dc della cresta a coppa, ma SENZA influenze della cresta a pisello. quindi: SE ACCOPPIO UNA GALLINA CON CRESTA A PISELLO E UN GALLO A CRESTA A COPPA (O IL CONTRARIO) OTTENGO LA CRESTA A CORNETTI? NO. PER AVERE LA VERA CRESTA A CORNETTI DEVO AVERE L'ALLELE DV.

chiarito questo, passiamo al secondo punto: amburgo x siciliana CHE PUO' DARE CRESTA A CORNETTI, ovverosia crestaa rosa x cresta a coppa= crestaa cornetti.
Su questo che io sappia non ci sono studi teorici, e io non ho esperienza pratica, ma basandomi sul racconto di Giovanni il buon senso mi farebbe ragionare così.
la cresta a rosa presenta una certa variabilità, può essere più o meno stretta, e può anche avere più punte posteriormente. bene, se la incrocio con una cresta a coppa potrei forse aspettarmi, se in seconda generazione la cresta a rosa tornasse in omozigosi, uno sdoppiamento della punta posteriore dovuto all'azione del gene della cresta a coppa, ma si partirebbe appunto da una cresta a rosa sdoppiata, e dovrebbe poter essere facilmente distinguibile per un occhio esperto da una cresta a cornetti VERA dovuta a Dv.

punto 3. l'abbozzo di cresta centrale che si vede nella penultima foto di giovanni nella gallinella è dovuta alla presenza in eterozigosi del gene della crestaa pisello, ma non è paragonabile a mio parere con la protuberanza centrale visibile nelle corna dei galli di peppe. il perché è presto detto...

la cresta a cornetti dovuta a Dv produce un piccolo terzo corno sul becco, molto spesso. nelle razze ciuffate questo è tutto, ma ciò deriva dal fatto che la presenza dell'ernia cerebrale del ciuffo modifica la forma delle ossa del naso. Quando l'ernia manca le ossa nasali restano integre e normali, e questo può dare maniera ad una cresta a cornetti di sviluppare un'esreecenza carnosa più o meno sviluppata che parte dal becco e arriva fino alle corna.
Ho una polverara nata priva di ciuffo ed ernia cerebrale, con cresta a cornetti pura dovuta a Dv, niente cresta a pisello sotto, eppure ha formato questa escrescenza. Ho visionato le foto di salvo, comprese quelle di un gallo giovane adulto del ceppo di Peppe, e credo che la prominenza centrale di questi animali non abbia a che fare con incroci strani ma che sia la semplice espressione del gene Dv su una testa priva di ernia cerebrale.

concludendo: viste le foto mandatemi da salvo, le foto degli animali di peppe, quelle degli animali di giovanni, sarei propensa a credere che la presenza di eventuali creste a cornetti in questi ceppi sia da ricondursi al gene D e all'allele Dv, meticciato a volte con Db (o Dc) della cresta a coppa. Questo però NON SIGNIFICA che abbiano la stessa origine!
Mi spiego: questi animali mostrano creste di forme e dimensioni differenti, differente inclinazione delle corna, ecc... e seppur io sappia per esperienza che una stessa linea di sangue con cresta a cornetti pura può dare cresta a cornetti di forma differente credo che questa venga modificata dalla forma della cresta semplice su cui agisce. e questo ci riporta alla domanda: da dove arriva la cresta a cornetti della cornuta di Caltanissetta?

sappiamo che in nordafrica e medio oriente esistono numerose razze e ceppi locali di polli dotati di ciuffo posteriore e crestaa a coppa. sappiamo pure che molto probabilmente la siciliana deriva dall'incrocio tra animali locali e polli portati dal nordafrica durante il dominio arabo. bene, io ho visto che in condizioni di eterozigosi i geni della serie D hanno una grande variabilità, e sono propenso a credere che sia avvenuto, più volte, un processo di mutazione che ha portato l'allele Db (o Dc) a trasformarsi in Dv. questo, unito alle differenti forme di polli locali originali con cui si sono formati i singoli ceppi di siciliana, ha portato a popolazioni isolate geograficamente e culturalmente (causa tradizioni varie) e possono aver fatto esprimere in maniera differente la forma delle corna e delle creste, così come la presenza o assenza di ciuffo nucale. Gli incroci RECENTI con altre razze non hanno molto senso: infatti è da talmente poco che si parla di cornuta di C. che non si sarebbero potuti ottenere risultati del genere in poco tempo. SENZA un minimo di esperienza in avicoltura e di conoscenza approfondita della genetica di questo carattere.

insomma: le cornute che ho visto, credo abbiano tutte il gene Dv. Da dove provenga e quale sia la più antica, non so dirvelo. E per favore, basta co 'sta storia della "cornuta originale"! Volete parlarne e vantarvene? Bene, dateci degli esempalri da studiare. altrimenti, chiamatele per quelle che sono: semplicemente, Bellissime figlie di terra Sicula.

baci e abbracci!
avatar
Andrea Mangoni
Utente senior
Utente senior

Sesso : Maschile Messaggi : 159
Data d'iscrizione : 19.06.10
Età : 42
Località : Camponogara - VE

Tornare in alto Andare in basso

Re: Differenti linee cornetti

Messaggio Da PeppeTasso il Sab 22 Ott 2011, 14:12

Andrea sei grande! Grazie della spiegazione approfondita, con annessa conclusione..

Mi spiace che parte della bella e generosa Sicilia "avicola" si comporti in modo così discutibile e deleterio...ma per fortuna la parte rimanente ha idee diverse.

Ciao!!! Very Happy

_________________
Peppe Tasso



http://www.gallinasiciliana.tk

“Dubium sapientiae initium”
avatar
PeppeTasso
Moderatore
Moderatore

Sesso : Maschile Messaggi : 2432
Data d'iscrizione : 14.03.10
Età : 51
Località : San Cataldo (CL)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Differenti linee cornetti

Messaggio Da Andrea Mangoni il Sab 22 Ott 2011, 14:46

Grazie a te Peppe per quello che stai facendo con questo forum.
In questi giorni sto oensando una cosa, e cioè che per quanto bellissima ed eccezionale, la Cornuta di Caltanissetta sta togliendo spazio e lustro ad altri due gruppi di animali che meritano attenzione e che grazie a Dio sono stati trascurati dalla tradizione: parlo della valplatani e della Madonie. Forse varrebbe la pena concentrarsi di più su di loro, fare selezione e intanto provare a farle riconoscere. Per lo meno, le uova di queste belle galline non sono soggette a divieti!
ciao!
avatar
Andrea Mangoni
Utente senior
Utente senior

Sesso : Maschile Messaggi : 159
Data d'iscrizione : 19.06.10
Età : 42
Località : Camponogara - VE

Tornare in alto Andare in basso

Re: Differenti linee cornetti

Messaggio Da PeppeTasso il Sab 22 Ott 2011, 14:51

Sai Andrea....comincio ad avere dei dubbi anche su di loro..i contatti per averle sono gli stessi...mah....ti farò sapere!!

Si lavora alacremente dietro le quinte per impedire certi approcci, in un modo o nell'altro.....che tristezza!!!!

Comunque, vedremo....... ;-)

_________________
Peppe Tasso



http://www.gallinasiciliana.tk

“Dubium sapientiae initium”
avatar
PeppeTasso
Moderatore
Moderatore

Sesso : Maschile Messaggi : 2432
Data d'iscrizione : 14.03.10
Età : 51
Località : San Cataldo (CL)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Differenti linee cornetti

Messaggio Da Ospite il Sab 22 Ott 2011, 20:39

Ciao, Andrea,non ti nascondo che mi hai mandato in confusione ed io non ho nozioni di genetica sto cercando di capire qualcosa ed mi nasce una domanda ad ogni tua frase ! study study study study study study
Quindi ,il gene Dv deve essere per forza presente nei soggetti con presenza di corna,quindi quando ho incrociato Amburgo con Siciliana si crea uno sdoppiamento della cresta posteriore con cornetti simili a questa foto .
Però in essa vi è la presenza del gene Dv (Flenche) solo per esempio.....

Non è una cresta a cornetti ma solo una doppia cresta allungata simile alla cornetti ma differisce che è posteriore ed la forma grossolana anche con più punte ed fissare questo carattere sarebbe difficile perchè dato dalla combinazione dei geni cresta a coppa cresta a rosa con tutte le varianti ed senza DV non si va da nessuna parte - Per fare un esempio la vecchia fiat124 con la Lada Russa simile ma non uguale-

Ma la cresta del galletto ciuffato del tizio Americano a me sembra a Coppa ho avuto vari galletti con questa tipologia di cresta ,vuoi dire che in eterozigoti la cresta a cornetti può presentarsi cosi?

Spero che altre persone competenti come te ,intervengano su questo forum ,la tua collaborazione è importante per la salvaguardia di polli locali .

I miei interventi sono mirati a questo ,ed nel verificare a prova certa che non prendiamo un abbaglio nel recuperare polli di dubbia provenienza e tu sai meglio di me come in Italia si spacciano polli di vecchie origini ed improbabili razze autoctone !!
Ed per distinguere il falso dal vero bisogna essere un pò rompi P......e

La ricerca di polli locali come Val Platani bruna delle Madonie ecc. ecc non si è oscurata sto curando vari gruppi ma non mi convincono
non sono omogenei nei caratteri ed per adesso non ci vedo chiaro ,ma in terra di Sicilia non ci sono solo polli ,difatti cerco di recuperare
anche varietà vegetali che la guerra dei erbicidi a distrutto ed ortaggi come il melone giallo di inverno il nespolo settembrino (ultimo frutto estivo) funghi eccc, ma ci vorrebbe una organizzazione di persone per questa mole di lavoro.

Per fortuna i Siculi hanno un genotipo molto vario Laughing
Questa foto lo scattata oggi Fungo di 10 KG affraid
avatar
Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Differenti linee cornetti

Messaggio Da Andrea Mangoni il Sab 29 Ott 2011, 20:55

ciao, aggiungo una foto di un differente ceppo di Cornute. Mi è stata inviata da Salvo A. e la pubblico con il suo permesso. si vedono tre esemplari presumibilmente giovani, due galletti e una pollastra. come si vede le corna qui sono apparentemente più brevi e pure irregolari. è facile presumere che le differenze non siano da attribuirsi solo a una normale variabilità genetica tra ceppi, ma proprio a basi genetiche differenti, ovverosia in questo caso mi viene da pensare che il gene Dv possa aver agito - cent'anni fa come duecento come l'altro ieri, non so quando possa essere successo nè è dato saperlo da una fotografia) su polli di razza differente da quelli ad esempio di salvo stesso, eccezionali per la forma e la lunghezza delle corna.
restano comunque interessanti per l'escrescenza carnosa sotto le corna, e per le narici comunque più rilevate del solito.
ciao!
avatar
Andrea Mangoni
Utente senior
Utente senior

Sesso : Maschile Messaggi : 159
Data d'iscrizione : 19.06.10
Età : 42
Località : Camponogara - VE

Tornare in alto Andare in basso

Re: Differenti linee cornetti

Messaggio Da Ospite il Dom 30 Ott 2011, 18:27

Considerando come ipotesi che la cornuta sia una razza a se e non una varietà della Siciliana si potrebbe supporre anche che dall'accoppiamento cornutaxsiciliana nascono
ibridi con differenti caratteristiche ;ed talvolta vi siano soggetti con prolungamenti maggiori dovuto proprio ad accoppiamenti con siciliane doppia cresta con cresta molto aperta ed sporgente posteriormente ,invece considerando che sia una varietà di siciliana come avevo supposto in precedenti post ,questa possibilità viene meno difatti
è improbabile che in una razza vi siano queste varietà differenti ed nessuno se ne sia
accorto prima ed solo pochi ne conoscono L'esistenza.
Oggi ho visitato un gruppetto di un gallo ed tre galline con cornetti tipo polverana ed
non presentano questa escrescenza sulla parte anteriore del becco come le foto di
Salvo, sto trattando per avere una gallina vedremo.......
Se non abbiamo tutte queste tipologie diverse sulle mani non possiamo capire ancora di cosa si tratta ed le domande rimarranno aperte
Razza? Varietà Siciliana? Incroci presenti ed passate con altre razze?
Dalle foto di Salvo la colorazione è di una siciliana collo oro ,da altri soggetti visionati risulta nero collo oro ,dai miei ricordi nero collo oro
per i galli ed per la gallina collo oro molto scura dovuta ai bordi neri delle piume.
Ma Mi chiedo questi soggetti sono viventi? Si possono vedere ? magari per verificare se presentano un ernia cervicale o deformazioni
del cranio!
avatar
Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Differenti linee cornetti

Messaggio Da peppe il Sab 12 Nov 2011, 08:54

Andrea,io è da poco tempo che mi appassiono di polli e mi ci dedico con passione,quando ho tempo,perche' il mio lavoro e quello della ristorazione,anche se in questi ultimi tempi c'è crisi x tutti perche come tutti sappiamo preferiscono fare lavorare gli stranieri.
x adesso sono impegnato nella raccolta delle olive.x quando rigurda la dominanza dei galli cornuti di caltanissetta ecc,che avevo detto prima,queste cose mi sono state dette sia da mio cugino che tramite il suocero si è fatto molta esperienza in questo campo e sia tramite vecchi e nuovi amici esperti ed appassionati che in questi ultimi periodi e che anche tamite mio cugino ho conosciuti ed aabbiamo dialogato sui polli autoctoni siciliani.
il suocero di mio cugino ha sempre detto che questi polli da lui ed altri amici nisseni appassionati di questa razza,che sono originali ovviamente esistono pure quelli ibridati "bastardelli"che si riconoscono con molta facilita',sia perche le taglie sono piu ridotte(es.gli ibridi con le siciliane)e sia le forme delle creste,con piccola coppa davanti epiccoli cornetti orizzontali dietro.mentre le originali hanno corna lunghe verticali e come ho detto prima,una sporgenza carnosa dal becco al centro corna e forse,"pero' questo si deve ancora verificare",sotto la sporgenza carnosa una sporgenza ossea e anche sotto le corna.
tu dici,che hai le foto di un ibrido F1 cornuto/siciliano con corna lunghissime.ovviamente se il gallo padre e robusto e con lunghe corna,accoppiato con una buona siciliana,su 100pulcini,il 30-35%,vengono con sembianze del padre e qualcuna con corna ancora piu lunghe e con caratteristiche ancora piu vicina al padre,quindi in mancanza di gallina originali,questa pollastra con le corna piu lunghe se selezionata come riproduttrice e se accoppiata con il padre,poi in seconda generazione,selezionando i migliori dei tanti pulcini,possono avere piu sembianze e piu autentiche,queste si selezionano.
comunque,le selezione dei polli vanno sempre fatte e se si ha le originali è meglio.
una cosa comunque è realta' come dicono i vecchi contadini che questi polli si sono originati in queste zone diversi secoli fa' e vorrei sapere come.
sono gelosi x tradizione e si sono tramandati questi polli accompagnati da un vecchio detto e che hanno affidato uova ed esemplari a parenti ed amici che hanno ritenuto affidabili.
mio cugino mi aveva spiegato tante cose su questa razza,che vi è un vecchio detto,che dice che li devono possedere solo gli abitanti di queste zone ecc,pero' il completo vecchio detto e la completa vecchia tradizione,o nn me la voluta dire,oppure,nn c'è la voluta dire a lui il suocero,ed in questi ultimi periodi,dopo un nostro passeggero malinteso,si dimostra diffidente pure lui non capisco il perche'.
se c'è qualcuno dei lettori di questo forum che lo sa e che sa sppiegarmi il completo vecchio detto la completa vecchia tradizione di questa storia ed altro di questa gallina vorrei saperla pure io se è possibile grazie.
avatar
peppe
Utente Junior
Utente Junior

Sesso : Maschile Messaggi : 33
Data d'iscrizione : 15.12.10
Età : 44
Località : caltanissetta

Tornare in alto Andare in basso

Re: Differenti linee cornetti

Messaggio Da Ospite il Sab 12 Nov 2011, 10:10

Peppe M. mi rispondi a questa semplice domanda che faccio ai possessori di cornute!

Le Cornute che hai visto da tuo cugino sono tenute insieme alle Siciliane?

Io dopo molto tempo sono arrivato a capire da dove deriva la cornuta ed perchè vi
sono differenti linee di cornetti . (Ho le prove)

Ho anche capito il motivo della tradizione ed del vecchio detto !

IL VECCHIO DETTO:

'Cu duna sta gaddrina l'arma sò ada perdi (Chi da questa gallina l'anima sua deve perdere)

LA TRADIZIONE : Solo chi l'ha avuta ed chi rispetta il vecchio detto la può avere.
inoltre ,non devono averla fuori dal territorio Nisseno ,ed
bisogna essere cattolico praticanti.

SE HAI TUTTI I REQUISITI A POSTO LA PUOI AVERE.

Non dimenticare di rispondere alla domanta.
avatar
Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Differenti linee cornetti

Messaggio Da mazza59 il Sab 12 Nov 2011, 13:26

scusate il termine ma che stronzate medioevali,meno male che non tutti i siculi si sono fermati a quel tempo evviva i modernisti!

mazza59
Utente veteran
Utente veteran

Messaggi : 220
Data d'iscrizione : 23.04.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Differenti linee cornetti

Messaggio Da peppe il Mer 16 Nov 2011, 09:59

giovannino,quello stronzetto di mio cugino,a circa 3 mesi che non si fa sentire,l'ulima volta che ci siamo sentiti gli ho telefonato io,quando mi ha raccontato della strage volpina ed in questi ultimi periodi nn mi risponde nemmeno al telefono,dopo tt quello che ho fatto x lui quando era disoccupto o voleva che gli vendessi dei polletti.
ora i fatti sono 2 o è ancora arrabbiato con me x un nostro malinteso,oppure si è pentito a quello che stava facendo visto che voleva vendere dei polletti di nascosto del suocero ed ora magari si sara' convertito al vecchio detto e alla vecchia tradizione e visto che ora ha trovato il lavoro crede nel vecchio detto ed e diventato anche lui fedele e diffidente.
mi aveva promesso una coppia di polletti che sspero mi dara',ma a questo punto ho dei dubbi.qualche sera che sono libero lo devo andare a trovare e ci devo dare una bella tirata di orecchie e c'è le devo fare diventare lunghe come quelli di un asino e du picciliddu ca è anche se ha 30anni e mi deve giustificare x quale motivo nn mi ha risposto al telefono.
nel mese di maggio giugno,quando nn lavorava ci vedevamo spesso e mi aveva raccontato che il suocero possedeva solo ed esclusivamente questa razza di polli cornuti,che li aveva ereditati dal padre ed il padre dal nonno,mi diceva che gli esemplari 14galline 2 galli,erano tutti uguali sia di taglia e sia di un unico colore il dorato scuro e che erano leggermente differenti le forme dei cornetti delle creste verticali,e che erano originali e con le caratteristiche che ho detto prima e mi diceva pure che nei dintorni delle campagne del nisseno vi sono altri parenti ed amici del suocero che allevano e si dedicano x tradizione pure loro solo ed esclusivamente a questa razza,sono pure gelosi ed dicono pure che sono originalissimi.
io ho insistito diverse volte se mi portava a visitare questi polli da questi contadini e dal suocero e lui mi rispondeva che sono diffidenti con gli estranei è sel suocero veniva a sapere che lui voleva cedere uova e polletti ad estranei,lo ripudiava ed era capace che lo faceva pure lasciare con la moglie.
questi polli,hanno le caratteristiche che ho detto prima e nn come dici tu su"UN OCCHIO AL BIOTIPO SICILIANO",che sono neri con il collo dorato e che producono uova bianche rosate.
le galline cornute di caltanissetta originali oltre alle caratteristiche che ho scritto producono solo ed esclusivamente uova grosse ed ovali bianchissime e sono di un unico colore il dorato scuro,le pollastre sono sempre dorate anche da giovani,mentre i galletti da giovani sono con il petto nero e poco oro sulle spalle e in tt gli altri posti,ma poi quaando crescono diventano di un bellissimo dorato in tt il corpo e una bellissima mantellina.
questi neri collo oro che dici tu,sono degl'ibridi che nn hanno niente a che vedere con le originali. io questi polli adulti li ho visti nelle foto che lui ed altri amici che ho conosciuto mi hanno passato,una volta mio cugino mi ha portato un gallo adulto che riteneva da scarto"quello dell'avatar"e dopo averlo fotografato,gli hatirato il collo insieme ad altri giovani galletti, visto che ha differenza delle pollastre abbondano e che poi abbiamo cucinate e d hanno carni squisitissime e che poi successivamente solo 3 coppie mi ha portato che ho ceduto.
Giovannino tu dici che sei arrivato ad dove deriva la cornuta di caltanissetta e perchè vi sono differenti linee di cornetti e che hai le prove,puoi essere piu chiaro?
dici pure che hai capito il motivo della tradizione e del vecchio detto,se sai pure queste cose e visto che tua nonna 30anni fa questa razza l'allevava ed era gelosa come gli altri possessori di questi polli,"lo avevi detto tu" e che sicuramente sapeva e aveva fede al vecchio detto e della vecchia tradizione che aveva avuto tramandata e credo che anche i tuoi genitori sanno di questa storia visto che allora tu eri piccolo.ora pure tu dici che questi polli nn devono averli fuori del territorio nisseno,e bisogna essere cattolici e praticanti,ci vuoi spiegare pure questa altra terminologia?ci farebbe piacere a tutti saperle.
nn dimenticarti a rispondere a questi quesiti.
hai detto pure"SU UN OCCHIO AL BIOTIPO SICILIANO"CUSTODITE QUESTA GALLINA PENA DANNAZIONE ETERNA,e che durante le tue ricerche di questi polli,un contadino di contrada CANICASSE',quando sei entrato nella sua proprieta' privata e volevi fotografare i suoi polli cornuti,ti aveva cacciato maledicendoti con unaa zappa in mano e x fortuna che sei scappato,altrimenti a colpi di zappa nn ti facevaa uscire vivo e a dio cirasello.comunque ti consiglio quando vai a trovare questi anziani contadini,vacci con i piedi di lana e stai molto attendo se entri nelle loro proprieta e visto che sono gelosissimi delle loro cose,la prossima volta possono prendere la "SCUPETTA" e u chiummu arriva senza via di scampo ed io nn voglio perdere un vecchio amico d'infanzia,quinti apri bene gli occhi e stai attento a questi vecchietti.
giovannino adesso ti chiedo,dopo che tu hai vissuto e saputo tt queste cose,la tradizione il vecchio detto la gelosia dei vecchietti contaddini x questi polli e tutta questa infinita storia,"nn hai paura di tradire il vecchio detto?"e nn penssi che se ci fosse tua nonna,visto che era gelosa di questi polli e che nn sarebbe lusingata di avere un nipotino come te e che potrebbe ripudiarti,visto che hai detto che come la recuperi,metterai uova ed esemplari a disposizione di tutti li appassionati di polli anche a quelli fuori del nostro territorio e per fino in calabria.oppure ora ti sei pure convertito pure tu al vecchio detto ed ora in poi cederai uova ed esemplari solo ad appassionati nisseni di questi luoghi del nostro territorio che ritieni affidabili come hanno fatto sempre gli antichi possessori di questi polli.fammi sapere anche questa cosa perche ci teniamo tutti a sapere tutte le cose che tu sai e sopratutto sei adesso hai cambiato idea.un ultima cosa,la gallina cornuto di caltanissetta originale nn è una variante della siciliana come dici tu oppure come siciliana cornuta,ma una razza a parte nn ha niente a che vedere e nn hanno niente in comune ne con la padovana e nn con la polverara,anzi lo sai cosa pensano alcuni vecchi contadini,visto che la cornuta di caltanissetta si è creata tanti secoli fa in questi luoghi,che quaalche nostro concittadino tantissimi anni fa sia emigrato in francia ed in america, si sia portato uova di gallina cornuta di caltanissetta perche li aveva ereditait e ci teneva a questa razza e alla tradizione e che poi successivamente dalla nostra gallina cornuta incrociata con qualche altra razza straniera,poi si sono create queste nuove razze di polli con piccoli cornetti come L'HAUDAN,LA FLECHE',LA CIVETTA BARBUTA,L'APPENZELLER,LA CREVECOEUR,ELA PADOVANA E LA POLVERARA CON CORNETTI,perche esistono anche quelli con ciuffo e senza cornetti e tantissime altre nuove razze e che la madre di tt queste pensano alcuni vecchietti contadini nisseni,sia proprio la nostra gallina corrnuta di caltanissetta.
ti saluto cirasello e nn dimenticarti di spiegarmi chiaramente tt quello che sai della nostra preziosissima gallina cornuta di caltanissetta,dico nostra perche appartiene a noi tutti gli abitanti di queste zone e dobbiamo esserne fieri anche se nn tutti la possediamo,pero' possiamo possederla solo chi è affidabile e di questi luoghi,la tradizione va rispettatta e chi sbaglia sara maledetto x sempre ed in tt le cose,lo hai scritto pure tu ti saluto giovannino ciauuuuuu
avatar
peppe
Utente Junior
Utente Junior

Sesso : Maschile Messaggi : 33
Data d'iscrizione : 15.12.10
Età : 44
Località : caltanissetta

Tornare in alto Andare in basso

Re: Differenti linee cornetti

Messaggio Da mazza59 il Mer 16 Nov 2011, 17:05

maledizioni!tradizioni violate!vecchietti che ti rincorrono con la zappa minacciosi!vecchietti che addirittura per un pollo cornuto ti possono sparare!
altro che cattolici praticanti,figli del demonio in persona sono.

mazza59
Utente veteran
Utente veteran

Messaggi : 220
Data d'iscrizione : 23.04.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Differenti linee cornetti

Messaggio Da PeppeTasso il Mer 16 Nov 2011, 17:17

Ma paesani siculi, non vedete che figure di merda stiamo facendo con sta cornuta e le cazzate attinenti!
Allora, o se ne parla con carattere tecnico ed hobbistico, o la lasciamo nell'oblio in cui penso a sto punto stia a proprio agio, la razza e chi la alleva.
Non tollero più allusioni degne di beati paoli o massoneria idiota.
Cercate un altro posto dove discuterne, in questi termini almeno.
Grazie.

_________________
Peppe Tasso



http://www.gallinasiciliana.tk

“Dubium sapientiae initium”
avatar
PeppeTasso
Moderatore
Moderatore

Sesso : Maschile Messaggi : 2432
Data d'iscrizione : 14.03.10
Età : 51
Località : San Cataldo (CL)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Differenti linee cornetti

Messaggio Da Ospite il Mer 16 Nov 2011, 18:01

Si! peppino ! quante domante interessanti ! Vedo un pò di rispondere .

Quinti io vado a presso a sta gallina praticamente da una vita ed ne ho sentite di tutti
i colori versioni anche contrastanti di contadini ed allevatori ed per farli parlare ho sprecato fiumi di vinello inzolia :::: anzi ti allego pure il link cosi compri una bottiglia ed ci mangiamo due polletti ed ci facciamo due risate Smile http://www.vinimartorana.com/Insolia.htm .

L'informazione è alla base di tutto !!

Colorazione mi sono fatto la mie idea ,che è questa:

Visti i miei ricordi
Visto degli esemplari
Visto che li ho riprodotti utilizzando ibridi ed il nero mi esce fuori in continuazione
Visto la testimonianza di due allevatori

Colorazione := nera con collo oro. (Fino a quando nessuno con prove dirette mi dimostri il contrario )

Origini: Da verificare ci sto lavorando ed fino adesso ho scoperto cose molto interessanti ,ad esempio accoppiando un Siciliano nero (Linea Peppe Tasso ) con una gallina ibrida cornuta ciuffata mi è nato una Simil Polverara affraid (Giuro che Andrea non centra)
Meglio se metto una foto o due


Adesso è un pulcino pompato per verificare le caratteristiche ma penso che in passato le due razze siano venute in contatto-
Comunque tutto questo per farti capire che a me interessa questa razza o varietà semplicemente per capire cosè e da dove viene .
Ti ho spiegato che il gruppo che tu conosci, anche se bello per me è fuori per diversi motivi ed dalle foto da te postate vedo molti difetti ,tarsi grigi ,colorazione, forma ecc. Magari è un gruppo a se e mi sbaglio.

Tradizione e vecchio detto-

Non me ne frega niente della tradizione E BALLE VARIE E ORA DI FINIRLA CON QUESTE STUPIDATE!!!- Evil or Very Mad Evil or Very Mad Evil or Very Mad Evil or Very Mad Evil or Very Mad

avatar
Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Differenti linee cornetti

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum