GallinaSiciliana
Per scrivere è necessaria la registrazione, che ti permetterà di accedere in automatico al forum

Lo Staff Gallina Siciliana

Coccidiosi

Pagina 1 di 6 1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Coccidiosi

Messaggio Da LinoAdmin il Ven 19 Mar 2010, 13:50

Mi sembra oneroso citare la coccidiosi come malattie per trovare riscontro anche con voi

È prodotta da un microrganismo protozoario del genere Eimeria, che s'insedia nelle vie digerenti causando enteriti spesso letali: notevole è la contagiosità e gli agenti veicolatori sono la bevanda, il cibo, gli escrementi : uccelli ed insetti possono pure venir incolpati. Colpisce i polli ed altri gallinacei di qualsiasi età.

(1) Le grandi incubatrici a schiusa separata si prestano meglio di quelle che l'hanno incorporata in quanto non è possibile intervenire senza pericolo di nuocere seriamente alle altre uova presenti.
I sintomi, oltre a quelli consueti delle precedenti malattie, sono costituiti dagli occhi lacrimosi, dalla sete ardente e soprattutto dalla profusa diarrea che è dapprima biancastra e successivamente rossastra per la presenza di strie sanguigne, il che spiega come il malanno venga pure indicato col nome di "diarrea rossa ". Alla osservazione microscopica dell'escreto si possono distinguere innumeri parassiti specifici.


Gli adulti perdono l'appetito, i giovani invece, si mostrano spesso più voraci del solito, però ben presto subentra un rapido dimagramento e paralisi delle ali e degli arti, mentre non sempre è dato riscontrare ringonfiamento dell'addome.
L'andamento del male è ora acuto ed allora la morte sopravviene dopo 4-6 giorni, ora subacuto, della durata di 15-18 giorni, ed ora cronico ; in questo caso non va dimenti-cato che i parassiti possono rimanere a lungo, allo stato latente, nell'intestino e quindi costituire una permanente minaccia di contagio: con gli escrementi vengono, infatti, emesse dalle galline le spore del parassita (od " oocisti ") che ingerite dai pulcini, trovano nel loro intestino un ambiente particolarmente idoneo alla evoluzione e dopo alcuni giorni possono essere così espulse nuove spore: é questo uno dei vari casi della deprecata coabitazione di adulti e giovani, prova ne sia che negli allevamenti in " batteria ", rispetto a quelli a " terra ", il pericolo di contagio e molto minore anche perché le feci vengono subito eliminate attraverso il pavimento grigliato.
La prevenzione e la lotta si attua con la somministrazione nella bevanda e nei pastoni, di vitamine e sulfamidici.
Al solito si prenderanno le consuete precauzioni di isolamento e disinfezione ed in particolare si cercherà di mantenere l'ambiente molto asciutto, dato che l'umidità é un mezzo più che favorevole alla vita dei coccidiosi.

fonte

_________________
LinoMiceli
www.linomiceli.altervista.org

avatar
LinoAdmin
Amministratore
Amministratore

Sesso : Maschile Messaggi : 754
Data d'iscrizione : 14.03.10
Età : 41
Località : San Cataldo (CL)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Coccidiosi

Messaggio Da Fabrizio Focardi il Ven 19 Mar 2010, 14:15

La coccidiosi è una brutta bestia!
Personalmente , con buoni risultati, mi comporto come segue:

Allevo i pulcini su truciolo e non su grigliato.
Somministro dalla nascita, per un paio di mesi, un mangime primo periodo con coccidiostatico.
Ad un mese di età somministro nell'acqua la dose curativa (non preventiva) di un prodotto anticoccidiosi per tre giorni e ripeto la stessa dose ogni mese fino a che, lasciati liberi all'aperto, non mi sembra che i pulcinotti siano "fuori pericolo".
So che esistono anche vaccini ma in dosi moto alte e con un prezzo per il nostro allevamento proibitivo, ma di questo non so altro.
Fabri
avatar
Fabrizio Focardi
Esperto
Esperto

Sesso : Maschile Messaggi : 954
Data d'iscrizione : 15.03.10
Età : 74
Località : Rignano Sull'Arno (FI)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Coccidiosi

Messaggio Da Daniele Santoni il Gio 29 Apr 2010, 19:13

Fabrizio Focardi ha scritto:La coccidiosi è una brutta bestia!
Personalmente , con buoni risultati, mi comporto come segue:

Allevo i pulcini su truciolo e non su grigliato.
Somministro dalla nascita, per un paio di mesi, un mangime primo periodo con coccidiostatico.
Ad un mese di età somministro nell'acqua la dose curativa (non preventiva) di un prodotto anticoccidiosi per tre giorni e ripeto la stessa dose ogni mese fino a che, lasciati liberi all'aperto, non mi sembra che i pulcinotti siano "fuori pericolo".
So che esistono anche vaccini ma in dosi moto alte e con un prezzo per il nostro allevamento proibitivo, ma di questo non so altro.
Fabri

Ciao credo che il tuo sia un buon metodo di lotta alla coccidiosi... grosso modo anche io ne applico uno simile.

Bless
avatar
Daniele Santoni
Combattenti
Combattenti

Sesso : Maschile Messaggi : 298
Data d'iscrizione : 23.04.10
Età : 44
Località : Rocca Priora (RM)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Coccidiosi

Messaggio Da Marco e Daiana il Lun 17 Mag 2010, 12:39

Che prodotto usate contro la coccidiosi?
Noi usiamo il TRIMETHOSULFA che è abbastanza generico, e devo dire che ci troviamo bene!
Altrimenti abbiamo sentito del BAYCOX, ma ci sembra di aver capito che da problemi di intossicamento!
Per quanto riguarda il vaccino oltre ad essere inaccessibile per noi allevatori amatoriali, non copre neanche tutti i ceppi di coccidi, quindi non rende immuni!!!
avatar
Marco e Daiana
Utente master
Utente master

Sesso : Maschile Messaggi : 407
Data d'iscrizione : 30.04.10
Età : 33
Località : Castelnuovo Bormida

Tornare in alto Andare in basso

Re: Coccidiosi

Messaggio Da micuzzo il Ven 17 Feb 2012, 17:08

Tutti i sulfamidici sono farmaci un pò datati e quindi alcuni ceppi di coccidi hanno sviluppato una certa resistenza; inoltre sono solo coccidiostatici, coè inibiscono la crescita dei coccidi, ma non li debellano.
Invece il Baycox , essendo un coccicida , risulta molto piu efficace.
avatar
micuzzo
Utente Junior
Utente Junior

Messaggi : 37
Data d'iscrizione : 16.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Coccidiosi

Messaggio Da Ospite il Ven 17 Feb 2012, 17:40

Concordo ,anche se il medicinale migliore per la coccidiosi è la pulizia e calce viva.
avatar
Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Coccidiosi

Messaggio Da PeppeTasso il Ven 17 Feb 2012, 18:56

Io uso questo...

DENOMINAZIONE

NEOPRIDIMET SOLUZIONE ORALE 10 LT
CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Antibatterici per uso sistemico. Associazioni di sulfonamidi e trimeto prim.
PRINCIPI ATTIVI

Sulfadiazina 20 g/100 ml; trimethoprim 4 g/100 ml.
ECCIPIENTI

Q.b. a 100 ml.
INDICAZIONI

Per il trattamento di infezioni batteriche degli apparati respiratorio e gastrointestinale sostenute da agenti patogeni sensibili all'azione dell'associazione sulfadiazina-trimethoprim. Complicanze batteriche di infezioni virali, setticemie, pasteurellosi, colibacillosi, coccidiosi.
POSOLOGIA

Broilers e conigli: 0,2-0,3 ml di soluzione per Kg di peso corporeo (pari a 0,7-1,0 ml per litro di acqua di bevanda e a 48-72 mg dell'associazione per Kg di peso corporeo). Durata indicativa del trattamento: 3-5 giorni. In caso di coccidiosi eseguire due trattamenti di 3 giorniintervallati da 2 giorni di sospensione.
CONSERVAZIONE

Conservare in luogo fresco e al riparo dalla luce.
AVVERTENZE

Attenersi ai dosaggi minimi in condizioni climatiche che incrementinoil consumo idrico. In caso di terapia prolungata (trattamento anticoccidico) si consiglia la somministrazione di vitamina K.
TEMPI DI SOSPENSIONE

Carne: 5 giorni.
SPECIE DI DESTINAZIONE

Broilers, conigli.
EFFETTI INDESIDERATI

Non sono riscontrabili effetti secondari ai normali dosaggi posologici.

_________________
Peppe Tasso



http://www.gallinasiciliana.tk

“Dubium sapientiae initium”
avatar
PeppeTasso
Moderatore
Moderatore

Sesso : Maschile Messaggi : 2432
Data d'iscrizione : 14.03.10
Età : 51
Località : San Cataldo (CL)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Coccidiosi

Messaggio Da Domenico Gioffrè il Ven 17 Feb 2012, 20:58

ciao Peppe,quanto costa questo medicinale??
avatar
Domenico Gioffrè
Utente master
Utente master

Sesso : Maschile Messaggi : 373
Data d'iscrizione : 18.06.11
Età : 25
Località : reggio calabria

Tornare in alto Andare in basso

Re: Coccidiosi

Messaggio Da micuzzo il Sab 18 Feb 2012, 21:46

Giovanni Cirasa ha scritto:Concordo ,anche se il medicinale migliore per la coccidiosi è la pulizia e calce viva.


Vorrai dire calce idrata!
(se no i polli li cuoci prima di metterli in pentola)
avatar
micuzzo
Utente Junior
Utente Junior

Messaggi : 37
Data d'iscrizione : 16.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Coccidiosi

Messaggio Da Ospite il Dom 19 Feb 2012, 16:00

micuzzo ha scritto:
Giovanni Cirasa ha scritto:Concordo ,anche se il medicinale migliore per la coccidiosi è la pulizia e calce viva.


Vorrai dire calce idrata!
(se no i polli li cuoci prima di metterli in pentola)

No ! Calce in polvere ed poi impastata ,viva perchè con l' acqua si riaccende , la calce idrata invece si trova in sacchi già molle sotto il nome di grassello di calce ,pericolosa non solo per i polli... almeno penso sia cosi' ,dai pochi ricordi da Geometra study
Io la metto sia nei muri che a terra in polvere ed dopo qualche settimana cenere di legna ,evito di dare medicinali per due motivi ,uno perchè mi mangio le uova ed due perchè mi sono accorto che se somministro coccidiostatico dopo sei mesi di età è una lotta continua ed non riesci ad eliminare il problema perdi i primi polli ma poi magicamente diventano immuni.
Se sono polli che ci tieni ,pulisco tutti i giorni ed il sabato disinfetto con amuchina ,nafta candeggina ,alternando .


Ultima modifica di Giovanni Cirasa il Lun 20 Feb 2012, 17:57, modificato 1 volta
avatar
Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Coccidiosi

Messaggio Da micuzzo il Dom 19 Feb 2012, 19:23

Dai miei ricordi di chimica:
Calce viva
CaO + H2O -> Ca (HO)2

L'ossido di calcio o calce viva a contatto con l'acqua ha una reazione con forte sviluppo di calore, che da origine a idrossido di calcio (Calce Idrata o Calce Spenta).
E' avidissima di acqua, quindi fortemente disidratante e nella reazione energica di combinazione con l'acqua sviluppa calore. E' pericolosa perchè può ustionare persone o animali che ne vengono a contatto. L'azione disinfettante viene svolta dal calore e dall'effetto disidratante.
Calce spenta o Calce idrata

Ca(HO)2 + CO2 - >CaCO3 + H2O

E' la calce idrata che si trova normalmente in commercio presso i depositi di materiale edile.
E' quella utilizzata per fare intonaci ed imbiancare le pareti.
L'azione che svolge sui batteri è data dall'ambiente fortemente alcalino che crea, che di fatto inibisce la sopravvivenza dei microrganismi. Al termine della lenta reazione con il CO2 presente nell'atmosfera, produce carbonato di calcio, materia prima utilizzata per la fabbricazione dei gusci delle uova.

Ecco perchè penso che sia opportuno utilizzare la calce spenta rispetto a quella viva.
Entrambi i due tipi di calce come si può vedere dalle reazioni chimiche, non hanno potere ossidante, come invece lo hanno l'acqua ossigenata o l'ipoclorito di sodio (varichina o amuchina se costa di più).
avatar
micuzzo
Utente Junior
Utente Junior

Messaggi : 37
Data d'iscrizione : 16.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Coccidiosi

Messaggio Da Ospite il Dom 19 Feb 2012, 20:27

Giusto ripasso...
Praticamente la calce spenta la vendono in sacchi di pvc molle od in alcuni paesi ancora
sfusa (Palermo ecc) è una poltiglia che sembra pastone per polli ed se la beccano si ustionano più facilmente di quella in polvere.. ed è difficile da applicare perchè schizza (Pericolosa per mani ed occhi) (ed poi costa 12 ero a sacco affraid )
La calce viva in polvere sparsa nel pollaio in inverno è ottima ti asciuga il pollaio ed disinfetta ed poi diventa calce idrata buona per le uova.(4 euro)
Usata proprio oggi ...
In estate la mescolo con molta acqua ed la spuzzo ovunque.Asciuga subito .
Naturalmente durante il procedimento guanti e occhiali ed i polli non sono in pollaio
dopo qualche oretta possono entrare tranquillamente.


Ultima modifica di Giovanni Cirasa il Lun 20 Feb 2012, 17:56, modificato 1 volta
avatar
Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Coccidiosi

Messaggio Da micuzzo il Lun 20 Feb 2012, 13:18

Giovanni
è al contrario, quella che compriamo a 3-4 € al sacco da 25 30 kg e la spargiamo nel pollaio o ci pittiamo le pareti è calce idrata , anche detta calce spenta o idrossido di calcio. Il grassello è invece sempre calce spenta che mescolata ad acqua costituisce una miscela gia pronta per gli intonaci.
forumcalce.it/pdf/Report_grassello.pdf

La calce viva invece viene venduta in sacchi a tenuta stagna e serve per altri scopi, credo che nell'industria edile non venga più utilizzata.
avatar
micuzzo
Utente Junior
Utente Junior

Messaggi : 37
Data d'iscrizione : 16.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Coccidiosi

Messaggio Da PeppeTasso il Lun 20 Feb 2012, 14:27

Mi sa che micuzzo ha ragione......

_________________
Peppe Tasso



http://www.gallinasiciliana.tk

“Dubium sapientiae initium”
avatar
PeppeTasso
Moderatore
Moderatore

Sesso : Maschile Messaggi : 2432
Data d'iscrizione : 14.03.10
Età : 51
Località : San Cataldo (CL)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Coccidiosi

Messaggio Da fabrizio.altamore il Lun 20 Feb 2012, 17:42

per concludere la calce idrata va bene. ma se ho ben capito la candeggina, il gasolio, benzina etc..... spruzzato nelle pareti del pollaio ha un potere ossidante maggiore? datemi conferma
adesso arriva la primavera ed è necessario difinfettare con maggiore attenzione.
vedo già molte galline grattarsi di più e strofinarsi nella cenere mista a sabbia che metto in un angolo del pollaio.
avatar
fabrizio.altamore
Utente senior
Utente senior

Sesso : Maschile Messaggi : 146
Data d'iscrizione : 12.05.10
Età : 54
Località : augusta

Tornare in alto Andare in basso

Re: Coccidiosi

Messaggio Da PeppeTasso il Lun 20 Feb 2012, 17:46

Ragazzi, giusto o sbagliato che sia, io contro i dermanyssuss stronzetti uso irrorare i locali con gasolio, e ripeto spesso l'operazione; non disinfetta, ma disinfesta di sicuro.
Non è un consiglio, riferisco ciò che faccio io.

_________________
Peppe Tasso



http://www.gallinasiciliana.tk

“Dubium sapientiae initium”
avatar
PeppeTasso
Moderatore
Moderatore

Sesso : Maschile Messaggi : 2432
Data d'iscrizione : 14.03.10
Età : 51
Località : San Cataldo (CL)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Coccidiosi

Messaggio Da Ospite il Lun 20 Feb 2012, 18:07

micuzzo ha scritto:Giovanni
è al contrario, quella che compriamo a 3-4 € al sacco da 25 30 kg e la spargiamo nel pollaio o ci pittiamo le pareti è calce idrata , anche detta calce spenta o idrossido di calcio. Il grassello è invece sempre calce spenta che mescolata ad acqua costituisce una miscela gia pronta per gli intonaci.
forumcalce.it/pdf/Report_grassello.pdf

La calce viva invece viene venduta in sacchi a tenuta stagna e serve per altri scopi, credo che nell'industria edile non venga più utilizzata.


Non sono convinto.. vado a rispolverare il manuale study
Quella in polvere l' ho chiamata ed sentito chiamare viva.
Quella in sacchi a tenuta stagna idrata ....
Comunque sia uso quella in polvere viva o morta che sia non ha importanza Very Happy
avatar
Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Coccidiosi

Messaggio Da Ospite il Lun 20 Feb 2012, 18:13

PeppeTasso ha scritto:Ragazzi, giusto o sbagliato che sia, io contro i dermanyssuss stronzetti uso irrorare i locali con gasolio, e ripeto spesso l'operazione; non disinfetta, ma disinfesta di sicuro.
Non è un consiglio, riferisco ciò che faccio io.

Al gasolio "moderno " io mischio anche olio di motore esausto per renderla più appiccicosa ed quella specie di moscerini non hanno scampo Evil or Very Mad Quando si trovava a buon prezzo anche lo zolfo disinfetta .
avatar
Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Coccidiosi

Messaggio Da micuzzo il Lun 20 Feb 2012, 21:02

fabrizio.altamore ha scritto:per concludere la calce idrata va bene. ma se ho ben capito la candeggina, il gasolio, benzina etc..... spruzzato nelle pareti del pollaio ha un potere ossidante maggiore? datemi conferma
adesso arriva la primavera ed è necessario difinfettare con maggiore attenzione.
vedo già molte galline grattarsi di più e strofinarsi nella cenere mista a sabbia che metto in un angolo del pollaio.

Calma, ogni prodotto chimico merita una trattazione a parte.
Parliamo di candeggina o varichina o amuchina, in chimica definito Ipoclorito di sodio:
Attraverso l'aggiunta di ipoclorito di sodio all'acqua si forma acido ipocloroso:
NaOCl + H2O → HOCl + NaOH-

L'acido ipocloroso si divide in acido cloridrico (HCl) e ossigeno allo stato atomico(O), da non confondere con la molecola di ossigeno O2 che è quella che respiriamo. L'atomo di ossigeno e' un agente ossidante molto forte.
E' possibile trovarlo anche nell'acqua ossigenata H2O2 o nell'Ozono O3.
L'ipoclorito di sodio e' efficace contro batteri, virus e funghi. L'ipoclorito di sodio disinfetta allo stesso modo del cloro.
Molto rapido nel distruggere i parassiti, molto volatile e quindi non persistente, in presenza di sporcizia (letame) viene neutralizzato rapidamente. molto ossidante e quindi da evitare l'uso sui metalli. ha reazione acida, a causa della presenza dell'acido cloridrico a fine reazione.

Invece i derivati del petrolio hanno un'azione disinfettante senz'altro nei confronti dei parassiti, però sono pure prodotti tossici e cancerogeni, che possono venire metabolizzati dagli ospiti del pollaio e poi trovarsi nelle carni o nelle uova.
Un prodotto che non viene mai in mente è il cloruro di benzalconio,(sale di ammonio quaternario), che è un ottimo disinfettante, e viene usato per la disinfezione di ferri chirurgici e delle sale operatorie, il prodotto commerciale che lo contiene è il Lysoform ed i vari prodotti similari.
avatar
micuzzo
Utente Junior
Utente Junior

Messaggi : 37
Data d'iscrizione : 16.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Coccidiosi

Messaggio Da PeppeTasso il Lun 20 Feb 2012, 21:21

Mi sa che confondiamo la DISINFEZIONE (La disinfezione è una misura atta a ridurre tramite uccisione, inattivazione od allontanamento/diluizione, la maggior quantità di microrganismi quali, batteri, virus, funghi, protozoi, spore, al fine di controllare il rischio di infezione per persone o di contaminazione di oggetti od ambienti. Il concetto di disinfezione se applicato a superfici e ambienti ha diverso significato rispetto alla sterilizzazione; infatti per sterilizzare si intende l'eliminazione e/o inattivazione totale di qualsiasi forma vivente, compresi virus e spore e nematodi, mentre per disinfezione il processo è circoscritto alle specie patogene.) e la DISINFESTAZIONE (La disinfestazione è definita genericamente come l'insieme di operazioni tendenti alla eliminazione, o per lo meno alla limitazione, dei parassiti (artropodi, muridi e malerbe) e dei loro danni, dalla semplice applicazione di prodotti spray in ambiente domestico, a veri e propri piani di lotta.

In senso stretto la disinfestazione si riferisce alla lotta contro gli insetti, mentre le operazioni contro i ratti vengono definite "derattizzazione" e quelle contro le malerbe "diserbo".)

Fonte wikipedia:
http://it.wikipedia.org/wiki/Disinfezione
http://it.wikipedia.org/wiki/Disinfestazione

_________________
Peppe Tasso



http://www.gallinasiciliana.tk

“Dubium sapientiae initium”
avatar
PeppeTasso
Moderatore
Moderatore

Sesso : Maschile Messaggi : 2432
Data d'iscrizione : 14.03.10
Età : 51
Località : San Cataldo (CL)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Coccidiosi

Messaggio Da Ospite il Lun 20 Feb 2012, 22:13

Vero.. correggo !lo zolfo la calce ecc,disinfestano non disinfettano .
avatar
Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Coccidiosi

Messaggio Da ginomurano il Mar 21 Feb 2012, 09:14

Ottimo argomento ragazzi, per quanto riguarda l'uso del gasolio! non resta dopo la puzza nei locali?
La calce viva, io uso quella in polvere per disinfestare i locali poi passo la candeggina, infine una passata di scopa " scopata" dopo qualche giorno rimetto la segatura nuova e faccio rientrare gli animali.
avatar
ginomurano
Utente Junior
Utente Junior

Sesso : Maschile Messaggi : 39
Data d'iscrizione : 25.11.11
Età : 55
Località : cirò marina - kr

Tornare in alto Andare in basso

Re: Coccidiosi

Messaggio Da PeppeTasso il Mar 21 Feb 2012, 13:41

ginomurano ha scritto:Ottimo argomento ragazzi, per quanto riguarda l'uso del gasolio! non resta dopo la puzza nei locali?
Per qualche ora, poi va via ed in un certo qual modo credo protegga pure i pollai in legno.

_________________
Peppe Tasso



http://www.gallinasiciliana.tk

“Dubium sapientiae initium”
avatar
PeppeTasso
Moderatore
Moderatore

Sesso : Maschile Messaggi : 2432
Data d'iscrizione : 14.03.10
Età : 51
Località : San Cataldo (CL)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Coccidiosi

Messaggio Da micuzzo il Mar 21 Feb 2012, 22:04

Tempestiva e sopratutto efficace la precisazione di Peppe su disinfezione e disinfestazione.
Vorrei precisare adesso un'altro concetto molto importante:
Non si può disinfettare efficacemente una superficie sporca! E'solo uno spreco di tempo, denaro e fatica.
Solo dopo che le superfici sono pulite e prive di materiale organico, si può provvedere a disinfettarle efficacemente. In assenza di materiale organico una soluzione di 325 parti per milione di sali di ammonio quaternari (lysoform), inibisce completamente la crescita dell'Eischeria coli, se invece è presente un 2% di escrementi allora occorre una concentrazione di 1,950 ppm
Meditate gente.
Poi un altra questione di cui vorrei parlare è del riposo del pollaio.
Ecco quanto c'è scritto a tal proposito sul sito dell'agricarboni, che è uno dei fornitori piu importanti di pollame per allevamento del nostro paese.


Tutti gli allevamenti sono sottoposti ad un vuoto sanitario tra un ciclo e l'altro variabile tra 7-15 giorni e ad un fermo stagione di 30-60 giorni due volte all'anno. Tale impostazione comporta una pressione delle malattie veterinarie sulle nostre strutture molto più bassa in confronto agli altri allevamenti collegati all'industria di lavorazione e trasformazione della carne, dove i cicli si susseguono con regolarità nel corso dell'anno.

Credo che questo sia un altro punto sul quale occorre riflettere.
avatar
micuzzo
Utente Junior
Utente Junior

Messaggi : 37
Data d'iscrizione : 16.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Coccidiosi

Messaggio Da Ospite il Mer 22 Feb 2012, 11:27

Sarebbe buono costruire due pollai, ed tenere sei mesi in un luogo ed sei in un altro ,ma ciò comporta oltre spese anche problemi logistici .
In un libro avevo visto un pollaio con una recinzione in mezzo uno esposto a sud ed l'altro al nord (inverno- estate) con una doppia casetta .
Per pochi polli potrebbe essere un idea .
Ho letto da qualche parte che i coccidi per svilupparsi hanno bisogno un umidità superiore al 30 x cento, quindi il pollaio deve essere il più
asciutto possibile soprattutto in prossimità di abbeveratoi .
avatar
Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Coccidiosi

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 6 1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum